Skip to content

Gnosi, calore e nous



Ci son 3 cause del calore: un calore naturale del corpo necessario alla vita, il ribollire dell'ira e l'intervento della grazia. Calore scaturisce anche da un proponimento della volontà. La Grazia è la presenza divina che al momento del battesimo prende dimora nelle profondità dello spirito, dove attende di essere accesa di proposito dell'anima che la fa divampare col suo ardore. Ma l'assenza di una preghiera profonda ne provoca l'oscuramento. Comunque il termine esichia è usato nella filocalia con una gradualità di significati: può indicare la vita lontana dai rumori del mondo, la pacificazione interiore che segue il dominio delle passioni, il totale silenzio di pensieri e moti..(son fasi successive). Comunque se vogliamo piacere veramente a Dio dobbiam presentarci a lui con il Nous completamente spoglio. Opera dell'esichia è il rifiuto dei pensieri e di ciò che di estraneo cerca di entrare nel cuore. Ciò vale anche per i pensieri buoni. Finchè il nous percepisce qualcosa non è in Dio soltanto. Abbiam comunque 2 tipi di gnosi, una basata sui concetti, l'altra trasformante sull'esperienza. la gnosi spirituale è una conoscenza esperienziale, che presuppone un' ascesi, e l'unificazione delle potenze interiori. Gradino intermedio e più alto del dominio delle passioni è la conoscenza di sè che coincide con l'umiltà. La gnosi è purificazione. l'anima va resa omogenea al cielo, cioè pura, leggera, trasparente, luminosa e sottile. il nous non va solo reso autonomo dal corpo, ma anche trasformato. Ciò ha anche una ricaduta sul corpo fisico, che si spiritualizza..il corpo può così seguire docilmente i moti dell'anima. Appena battezzati ogni uomo è riportato alla luminosità originaria. Ma con il tempo le passioni la fanno oscurare, e il nous si contamina con pensieri impuri. Però la grazia donataci nel battesimo non ci abbandona, ma rimane confusa tra le passioni come favilla. Se c'è sforzo continuo di purificazione le cose tenebrose van via. Il cuore è luogo di incontro di due amori, quello dell'anima e quello che viene dallo Spirito Santo. Il secondo feconda il Nous. Se il fuoco del maligno è oscurante, quello divino ascendente e porta al distacco. il fuoco interiore si attua con la continuità dell'invocazione e via via aumenta con il crescere della preghiera. Comunque il fuoco divampa solo dopo un certo tempo. la materia sottile di cui consiste il nous è soggetta dunque a variare le sue caratteristiche fisiche, e quanto più splendore riceve per il fluire dello spirito, tanto più diviene leggero forte e concentrato....
Tratto da ORIGINI GRECHE DELL'ESICASMO di Dario Gemini
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.

Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro