Skip to content

Diagnosi di diabete in pediatria


Il glucosio non riesce ad attraversare la membrana cellulare e determina un aumento della glicemia a cui consegue una rapida ossidazione dei grassi e delle proteine (con conseguente accumulo dei corpi chetonici nel sangue, chetonuria); aumentata è anche la glicogenolisi. I fattori precipitanti possono essere: stress emotivi, traumi, infezioni intercorrenti, uso di cortisone, ecc.
Quadro clinico
Disidratazione (≤ 5 % lieve, 6-9 % moderata,  ≥ 10 grave il soggetto non ha lacrime), polipnea (aumentata frequenza o intensità dei movimenti respiratori), astenia/sopore (apatia, stato prossimo al sonno con parziale perdita di conoscenza, coma nel 10 % dei casi), vomito, dolori addominali.
Diagnosi
Può essere fatta a digiuno (fasting) oppure dopo carico orale di glucosio. Nel primo caso la glicemia deve essere  ≥ 126 mg/dl, se il rilievo di questa è invece casuale basta che sia  ≥ 200 mg/dl anche nella conferma del giorno successivo. In entrambi i casi devono essere presenti i sintomi quali:
- poliuria (maggior escrezione urinaria)
- polidipsia (aumento morboso della sete)
- calo ponderale inspiegabile

Per eseguire una diagnosi corretta bisogna verificare anche la presenza di autoanticorpi contro l’insulina; infatti, dal 1974, il diabete tipo I ha una storia autoimmune.
Importanti, nello sviluppo di diabete, sono: predisposizione genetica (stadio I), alterazioni immunologiche (II stadio), agente scatenante il II stadio (III stadio), alterazioni metaboliche e diminuita secrezione di insulina (IV stadio), alterazione glucidica (V stadio), esordio clinico con diabete manifesto e sintomatologia (stadio VI). L’emoglobina glicata non deve superare il 7.
Epidemiologia
La Liguria è, dopo la Sardegna, la regione italiana con maggior casi di diabete.
Tratto da PEDIATRIA I di Lucrezia Modesto
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.

Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro