Skip to content

Le conversazioni medico-paziente


Le conversazioni medico-paziente sono oggetto di studio dagli anni Ottanta dell’ Analisi della Conversazione.

Ci sono sei fasi studiate da Have della consultazione medica:
1. Fase di apertura con i saluti
2. Presentazione dei sintomi da parte del paziente
3. Elaborazione dei dati da parte del medico con la somministrazione di esami e test
4. Formulazione di una diagnosi provvisoria o definitiva
5. Esplicitazione di un trattamento terapeutico con dei consigli da parte del medico per il paziente
6. Fase di chiusura

Nelle consultazioni ginecologo-ostetriche le fasi subiscono dei cambiamenti poiché non esiste nessuna patologia ma uno stato fisiologico (la paziente è incinta). In queste consultazioni manca la fase di presentazione dei sintomi (2), i test e gli esami vengono effettuati regolarmente, la fese diagnostica (4) è assente, le preiscrizioni di trattamenti farmacologici (5) sono assenti tranne in casi particolari, ma il medico può dare dei consigli alla paziente.
Le consultazioni tra ginecologo (uomo) e paziente (donna) mostrano un ruolo particolarmente attivo delle pazienti. Gli interventi esercitivi vengono usati soprattutto dal medico (consigliare/esortare/ordinare), gli interventi commissivi vengono usati sia dal medico che dalla paziente, gli interventi verdittivi vengono usati principalmente dal medico (formulare giudizi), ma le pazienti fanno uso di atti espositivi (narrare/descrivere/affermare).
Il medico parla di più della paziente, la differenza di uso di IPT è minima, il medico però non domina la conversazione ma interrompe più intrusivamente e con successo riuscendo ad aggiudicarsi il piano della conversazione. Le intrusioni in questa tipologia di conversazione non sono intrusive ma sono partecipative in quanto servono a partecipare attivamente alla costruzione dell’evento discorsivo.

Le variabili conversazionali sono le caratteristiche proprie dei conversanti (=stili), la familiarità e la conoscenza tra gli interlocutori, la tipologia degli argomenti e il grado di coinvolgimento e di interesse dei partecipanti. L’andamento di ogni conversazione cambia in relazione a queste variabili.

Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi: