Skip to content

La valutazione del rischio di controllo

La valutazione del rischio di controllo con riferimento al ciclo vendite deve tener conto dell'impatto che i particolari assetti del sistema informativo aziendale e del sistema organizzativo possono esercitare sulle modalità di rilevazione e valutazione delle classi di valori a questo correlato.
Sotto l'aspetto operativo, la valutazione del rischio di controllo avviene nel modo seguente:
1.    identificare gli obiettivi di attendibilità associati a uno specifico processo (A);

2.    definire, per ciascun obiettivo, la tipologia di errori che potrebbe verificarsi (B);
3.    individuare, per ciascuna categoria dei controlli informativi (C) e organizzativi (D), quali strumenti sarebbero necessari con specifico riferimento a ciascuno degli obiettivi definiti;
4.    analizzare, per l'azienda sottoposta a revisione, l'effettiva configurazione dei controlli informativi e organizzativi esistenti (E);
5.    valutare l'affidabilità dei controlli sotto il profilo sia del disegno che del funzionamento (F);
6.    valutare il rischio di controllo (G) sulla base dell'effetto combinato del rischio di errore e dell'affidabilità dei controlli interni.
Tale processo può essere esposto in forma tabellare nel modo seguente:


Tratto da REVISIONE AZIENDALE di Salvatore Busico
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.

Forse potrebbe interessarti:

Revisione aziendale

Revisione aziendale riassunta puntualmente in questi appunti che esaminano tutti i principali temi relativi all'esame. I vari elementi della materia vengono considerati in tutte le componenti che il revisore deve tenere in considerazione.