Skip to content

Dietoterapia in casi di diarrea


FASE I. REIDRATAZIONE con soluzione glucosalina iposmolare (secondo E.S.P.G.H.A.N.). Usare ORS e restare a digiuno. Dopo 3-4 h di reidratazione riprendere dieta abituale (esclusione zuccheri semplici).
FASE II. MANTENIMENTO QUOTIDIANO (reintroduzione latte). ORS tra i pasti:
100 ml/kg/die (fino a 10 kg di peso); 1000 ml  + 50 ml x Kg oltre i 10kg (tra 11-20 kg di peso); 1500 ml + 20 ml x kg oltre i 10 kg (superiore a 20 kg di peso).
Supplementare 10 ml/kg di ORS per ogni scarica di feci liquide o vomito.
FASE III. RITORNO ALL’ALIMENTAZIONE NORMALE per età (latte + alimenti)
Sostanze che aumentano la consistenza delle feci:
Carote (500 g x lt di H2O), riso, crema di riso, polpa di carruba, maizena (=farina di mais fine).
Consigliare: carote, banane schiacciate, alimenti ricchi di tannino e pectine, mela grattugiata.
B(anana).R(iso).A(pple).T(è).T(oast).
Eliminare: grassi da condimento, uova, latticini. Il LATTE non va bevuto poiché l’organismo è carente di lattasi; quindi il lattosio non favorisce il buon ripristino del funzionamento normale dell’organismo.
Importante: educazione alimentare ai genitori, predisporli a idratare e rialimentare il bambino.
Il grado di disidratazione può essere lieve, moderato o grave con presenza di mucose secche, aumento di sete o addirittura cianòsi (=aumento nei capillari di emoglobina ridotta, sangue ossigenato in modo insufficiente, cute e mucose bluastre); in ogni caso va mantenuto l’allattamento al seno o comunque vanno usate formule diluite senza lattosio.
Diarrea acuta: diarrea e disidratazione acuta da sola o in presenza di patologia respiratoria. Intraprendere la terapia reidratante orale (ORT) con soluzione OMS (75-90 mEq/l di Na). Completata la reidratazione dopo 4-6 h, ha inizio l’alimentazione precoce.
In caso di Gastroenterite Acuta (diarrea acuta accompagnata da vomito), mantenere l’allattamento al seno durante tutte le fasi della terapia.
Diarrea persistente o cronica: diarrea intrattabile con insufficienza intestinale. Definizione del 1982: atrofia congenita dei microvilli. Definizione Espghan: diarrea intrattabile che insorge prima dei 24 mesi di vita con caratteristiche cliniche, istologiche, biologiche e immunologiche.
Tratto da SCIENZE E TECNICHE DIETETICHE APPLICATE di Lucrezia Modesto
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi: