Skip to content

Analisi del testo pubblicitario: le Narrazioni


Nell’analisi semiotica il testo pubblicitario ha natura narrativa come processo di generazione del senso, una struttura analoga ai racconti, struttura non manifestata (immanente). Secondo l’approccio semiotico nello schema narrativo canonico di Greimas si parte dal fatto che la base di ogni racconto sia una certa azione (performanza) che congiunge il soggetto che la compie con una cosa concreta o astratta che per lui rappresenta valore (la libertà, un tesoro), per scegliere l’oggetto di valore serve un contratto tra soggetto e destinante. In atto due forze: il dovere innescato dal contratto e il volere che gli corrisponde; per raggiungere lo scopo servono dei mezzi come sapere e potere (acquisizione di competenza cognitiva o pratica), la fase terminale è la possibile sanzione. Ogni fase può avere esito negativo, ma ognuna presuppone quelle precedenti anche se non sono state esplicitate. Se un testo pubblicitario punta sul ludico è probabile che racconti tutte le fasi della narrazione (es. le saghe Telecom e Lavazza), ma spesso, per questioni logistiche (tempo e spazio), alcuni passi vengono lasciati impliciti.
Tratto da SEMIOTICA DELLA PUBBLICITÀ di Priscilla Cavalieri
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.