Skip to content

Dagli attanti agli attori


Attante è colui che compie o subisce l’atto (soggetto/oggetto, destinante/destinatario, adiuvante/oppositore) sono attanti narrativi, proseguendo il percorso narrativo l’attante copre ruoli attanziali successivi che riguardano il suo modus operandi (il posto occupato nel concatenamento logico-evenemnziale). A livello superficiale gli attanti sono rappresentati dagli attori (all’attante destinante o mandante corrisponde l’attore re, all’attante soggetto corrisponde l’attore eroe ecc), spesso il rapporto attanti -> attori è asimmetrico: si va dall’espansione minima quando tutti i ruoli sono in un solo attore (drammatizzazione soggettiva).
Tratto da SEMIOTICA DELLA PUBBLICITÀ di Priscilla Cavalieri
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi: