Skip to content

Localizzazione dei programmi narrativi


Dinamica dell’intreccio è il contrasto eroe/antagonista, ma anche il movimento dell’eroe nello spazio/tempo. L’azione intorno cui ruota la narratività è successione di azioni che avvengono in un determinato luogo. Nel racconto proppiano ad ogni luogo corrisponde un’azione, sono i campi funzionali. Il viaggio è la struttura narrativa che meglio spiega il “passaggio” oltre che da un luogo all’altro anche da uno stato dell’essere all’altro, viaggio come trasformazione qualitativa. 
Propp distingue uno spazio familiare da uno spazio estraneo. Greimas parla di localizzazione spazio-temporale, identifica lo spazio dell’altrove come spazio topico e gli spazi circostanti come spazi eterotopici. Lo spazio eterotopici si divide in:
- spazio utopico: dove si compie l’azione eroica dell’eroe, nelle fiabe è in luoghi straordinari (cielo, acqua, sottoterra)
- spazio paratopico: l’eroe acquisisce la competenza a fare (sapere, potere, volere, dover fare)
L’azione inizia con la manque in uno spazio eterotopici per spostarsi nello spazio topico (utopico e paratopico) per tornare poi nell’eterotopico
Tratto da SEMIOTICA DELLA PUBBLICITÀ di Priscilla Cavalieri
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.

Certificazione antiplagio

Noi verifichiamo le corrispondenze online e puoi ottienere un certificato di eccellenza per valorizzare il tuo lavoro