Skip to content

Sistema Semisimbolico


Dopo Hjelmslev vengono individuati i sistemi semi-simbolici: sistemi di significazione in cui non si ha corrispondenza fra singole unità dei piani contenuto/espressione, ma coppie oppositive di unità espressione e coppie oppositive di unità di contenuto. Roman Jakobson fa l’esempio dei gesti per esprimere “si / no” cioè testa in verticale VS testa in orizzontale (coppia oppositiva), oppure bianco VS nero (opposizione veridittiva vero VS falso) il nero sta al bianco come il falso sta al vero, oppure nero : rosso = dolore : ira
Secondo la semiotica greimasiana si parla di corrispondenza fra categorie del piano dell’espressione e categorie del piano del contenuto.
Tratto da SEMIOTICA DELLA PUBBLICITÀ di Priscilla Cavalieri
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi: