Skip to content

Spazio e assiologia


Definizione semantica di spazialità a livelli profondi del testo (schema assiologico) e definizione sintattica (schema narrativo): il racconto, in particolare quello mitico, è un’algebra combinatoria, lo spazio come supporto figurativo di un sistema assiologico ha codificazione semi-simbolica che combina la dimensionalità con la direzionalità (alto/basso, davanti/dietro, intensivo/estensivo, centrato/decentrato) come nel “Germinal” di Zola in cui “alto” è la superficie esterna alla miniera (borghesia, luce) opposto al “basso” che rappresenta lo stato di minatore, tenebre, morte; salita è euforia, discesa è disforia. Ogni testo narrativo ordina la spazialità secondo due livelli:
a. piano della rappresentazione iconica del mondo: spazio figurativo narrato
b. piano della costruzione simbolica: discorso astratto che riguarda l’interpretazione del senso, spazio narrante
L’insieme figurativo dello spazio è supporto dell’interpretazione, cioè dell’isotopia ermeneutica
Tratto da SEMIOTICA DELLA PUBBLICITÀ di Priscilla Cavalieri
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.

Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro