Skip to content

Alcune definizioni

QUALITA’: grado con cui una serie di caratteristiche intrinseche soddisfa i requisiti
ASSICURAZIONE DELLA QUALITA’: parte della gestione per la qualità mirata a dare fiducia che i requisiti per la qualità saranno soddisfatti
CONTROLLO QUALITA’: parte della gestione per la qualità mirata a soddisfare i requisiti per la qualità
GESTIONE QUALITA’: attività coordinate per guidare e tenere sotto controllo un’organizzazione in materia di qualità
POLITICA PER LA QUALITA’: obiettivi ed indirizzi generali di un’organizzazione relativi alla qualità, espressi in modo formale dall’alta direzione
OBIETTIVO PER LA QUALITA’: qualcosa cui si aspira o a cui si mira, relativo alla qualità
MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA’: parte della gestione per la qualità, mirata ad accrescere la capacità di soddisfare i requisiti per la qualità
MIGLIORAMENTO CONTINUO: attività ricorrente mirata ad accrescere la capacità di soddisfare i requisiti
PRODOTTO: risultato di un processo
AUDIT: processo sistematico, indipendente e documentato per ottenere evidenze della verifica ispettiva e valutarle con obiettività, al fine di stabilire in quale misura i criteri della visita ispettiva sono stati soddisfatti
NON CONFORMITA’:  mancato soddisfacimento di un requisito (tipo a-b)
CORREZIONE: azione per eliminare una non conformità rilevata
AZIONE CORRETTIVA: azione per eliminare la causa di una non conformità rilevata o di altre situazioni indesiderabili rilevate
AZIONE PREVENTIVA: azione per eliminare la causa di una non conformità potenziale o di altre situazioni potenziali indesiderabili
PROCEDURA:  modo specificato per svolgere un’attività o un processo
ISPEZIONE: valutazione della conformità mediante osservazioni e giudizi associati, quando opportuno, a misurazioni, prove e verifiche a mezzo di calibri
VERIFICA: conferma, sostenuta da evidenze oggettive, del soddisfacimento di requisiti specificati
VALIDAZIONE:  conferma, sostenuta da evidenze oggettive, che i requisiti relativi ad una specifica utilizzazione o applicazione prevista sono stati soddisfatti
RIESAME: attività effettuata per riscontrare l’idoneità, l’adeguatezza e l’efficacia di qualcosa a conseguire gli obiettivi stabiliti
PIANO DELLA QUALITA’:  documento che, per uno specifico progetto, prodotto, processo o contratto, specifica quali procedure, e le risorse associate, devono essere utilizzate, e da chi e quando
SPECIFICHE: documento che stabilisce i requisiti
AUDITOR: persona qualificata a condurre un audit
SOGGETTO DELL’AUDIT: organizzazione sottoposta a verifica ispettiva


PROCEDURA: è la descrizione dinamica di un processo aziendale.
Le norme ISO non definiscono il livello di dettaglio delle singole procedure. Ciò dipende dalla complessità del lavoro, dai metodi usati, dalla capacità e dall’addestramento necessario per il personale che svolge le attività.

ISTRUZIONE: è un documento tecnico-operativo. Fornisce indicazioni all’operatore sull’uso di un impianto, sul modo di compiere un’operazione, su un software.
L’istruzione è collegata alla procedura e va codificata in relazione ad essa.

RAPPORTO: è il prodotto critico di una ricerca, di un’analisi o di un confronto tra un riferimento ed un risultato e viene presentato in maniera formalizzata. Il riferimento può essere semplicemente normativo, ovvero può essere l’obiettivo aziendale o un documento o una procedura e può essere inerente ad un qualsiasi processo.
Il rapporto può essere emesso al termine di un’attività di valutazione esterna (valutatore verso azienda o azienda verso fornitore) o di attività di valutazione interna (azienda verso se stessa).

MODULI: (schede, tabelle) sono necessari per  fornire agli operatori dei riferimenti precisi nell’esecuzione delle procedure.
Tratto da SISTEMI DI CERTIFICAZIONE DELLA QUALITÀ di Michele Fanelli
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi: