Skip to content

Componenti della bilancia dei pagamenti


Le transazioni economiche sono di due tipi: transazioni di tipo reale, cioè quando ci si scambia prodotti, beni, merci e servizi (oggetti di scambio internazionale); transazioni di tipo finanziario, che hanno a che vedere, in termini generici, con lo scambio di attività finanziarie, prestiti. Queste transazioni sono un sottoinsieme della bilancia dei pagamenti, sono componenti che si integrano.
Se per ipotesi (Hps) ci sono due paesi (Italia - Resto del mondo), la bilancia dei pagamenti registra tutte le transazioni economiche effettuate fra Italia e resto del mondo.

La bilancia dei pagamenti è composta di tre conti, ciascuno dei quali viene presentato separatamente per le transazioni nei confronti dell’area euro e per quelle con l’aggregato degli altri paesi:

1. Il conto corrente comprende le esportazioni e importazioni di beni, cioè merci, servizi e redditi, ma anche trasferimenti unilaterali che sono operazioni correnti; le transazioni di sole merci danno luogo alla bilancia commerciale, le altre transazioni si chiamano partite invisibili.

2. Il conto capitale comprende le operazioni commerciali e i trasferimenti relativi ad attività di investimento; acquisizioni o cessazioni di attività, diritti di autore, transazioni su beni capitali. I due conti insieme rilevano movimenti di beni (merci e servizi) ma non i trasferimenti unilaterali.

3. Il conto finanziario comprende i movimenti di capitale, a breve, medio e lungo termine e sono distinti in: investimenti diretti (acquisto o vendita di azioni e partecipazioni tali da garantire il controllo delle imprese all’estero); investimenti di portafoglio (acquisto di azioni e partecipazioni senza controllo dell’impresa partecipata, acquisto di obbligazioni, titoli pubblici); derivati; altri investimenti (prestiti pubblici e privati, crediti commerciali, capitali bancari); variazioni delle riserve ufficiali (un loro aumento è considerato come un vero e proprio impiego di capitali nazionali in valuta).

Le riserve ufficiali italiane (e degli altri paesi dell’Ue) servono a definire le riserve dell’Unione monetaria (eurosistema). Una parte delle nostre riserve sono state conferite alla Banca centrale europea. Le riserve comprendono l’oro monetario che si usa a fini di regolazione delle transazioni internazionali, le attività in valuta (per le valute diverse dall’euro), verso i non residenti della propria area, e sono attività liquide, commerciabili e di qualità elevata.

La somma dei tre conti in teoria dovrebbe essere nulla. In realtà, non è così per il fatto che non tutti gli esportatori segnalano i pagamenti effettuati dai non residenti sui conti all’estero. Questi vengono chiamati “errori o emissioni” e possono anche assumere valori elevati. Se essi fossero zero, la variazione delle riserve ufficiali dovrebbe corrispondere alla somma dei saldi del conto corrente e del conto capitale. Insomma essa ha il significato di saldo della bilancia dei pagamenti, anche se formalmente il saldo della bilancia è nullo.

Come tutti i documenti contabili, la bilancia dei pagamenti può far vedere una situazione di avanzo, di disavanzo o di equilibrio. L'avanzo e il disavanzo sono entrambi situazioni di squilibrio: per certi versi è meglio essere in avanzo, ma anche questo potrebbe provocare qualche problema. Questo vuol dire che le situazioni di squilibrio in economia (come quella molto grave riguardante il debito pubblico o quella che può riguardare una famiglia) esso va aggiustato → quali sono gli strumenti per aggiustare lo squilibrio.

La bilancia dei pagamenti ha varie componenti, le quali possono dare un risultato che può essere positivo (situazione di avanzo), in equilibrio (situazione di pareggio) o negativo (situazione di disavanzo).
Quando l'avanzo e il disavanzo sono particolarmente seri, pericolosi e forti, c'è bisogno di un aggiustamento (politiche di aggiustamento dopo).

Tratto da STORIA DELLA POLITICA ECONOMICA INTERNAZIONALE di Federica Palmigiano
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.

Forse potrebbe interessarti:

Globalizzazione: breve storia di un'ideologia

Riassunto del testo "Globalizzazione: breve storia di un'ideologia". Il riassunto ripercorre le tappe principali dello storia economica mondiale che hanno portato all'ascesa e allo sviluppo dell'ideologia legata al concetto di globalizzazione.