Skip to content

L’impianto antropologico pluriparadigmatico

Il paradigma è un insieme di assunti che, almeno per un certo periodo di tempo, orientano la ricerca antropologica.
Quando un paradigma non spiega più i dati che emergono dalla ricerca, viene sostituito da un altro paradigma che è in grado di far procedere la scienza.
Diversamente da quanto accade nelle altre scienze, in antropologia può succedere che più paradigmi costituiscano contemporaneamente i punti di riferimento per gli studiosi di questa disciplina.
L’antropologia è, infatti, una disciplina che utilizza un impianto pluriparadigmatico.
In antropologia si sono susseguiti molti paradigmi nel corso del tempo. I principali sono:
-Evoluzionismo
-Particolarismo storico
-Funzionalismo
-Strutturalismo
-Evoluzionismo
L’evoluzionismo ha come suo principale rappresentante Edward B. Tylor (1832-1917), il primo ad avere una cattedra in antropologia. Scrive “Primitive Culture”, il testo dov’è contenuta la prima definizione di cultura.
Tylor si pone il problema di capire quale fosse l’origine della religione e della diversità delle forme religiose attualmente esistenti. Oggi si possono osservare religioni molto diverse che vanno da quello che Tylor chiamava “animismo”, ovvero l’adorazione di elementi naturali (rocce, alberi, …), fino alle religioni monoteiste.
Secondo Tylor tutte le religioni sono originate da una stessa radice: dalla credenza nell’anima. Questa credenza, secondo Tylor, deriva dall’esperienza del sogno.
Secondo Tylor, i primi stadi di sviluppo dell’umanità sarebbero stati caratterizzati non solo dall’adorazione di queste forze contenute nella natura, ma anche dalla magia, che era un insieme di rituali atti a controllare eventi (o spiriti) e si basava su false associazioni.
di Anna Bosetti
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.