Skip to content

Il principio di reciprocità

Esistono poi società che non solo vietano ma indicano alcune categorie determinate di individui come possibili partner matrimoniali (prescrizioni positive). Prescrivendo il matrimonio con determinati individui o categorie di individui nel rispetto dell’esogamia, un gruppo stabilisce relazioni privilegiate con altri gruppi, per cui sembra che tali gruppi diano luogo a uno scambio delle donne fondato sul principio di reciprocità.
Lo scambio, secondo Lévi-Strauss, può essere ristretto (come tra i bororo, gli scambi matrimoniali avvengono tra 2 gruppi: il gruppo A dà le mogli a B e B dà le mogli ad A), oppure generalizzato (A dà le mogli a B, B dà le mogli a C e così via fino al gruppo che dà le mogli ad A).
di Anna Bosetti
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.