Skip to content

Carlo incoronato imperatore da Leone III


Suo metodo missionario (di bonifacio): dimostrare l’inefficienza degli dei germanici. Taglia in Assia la grande quercia sacra a giove. E’ ucciso in Frisia nel 754. La resistenza più accanita fu quella dei sassoni. Quando insorsero nel 782 Carlo ne uccise 4500. Sottomissione totale nella sassonia solo nell’804. Era un cristianesimo imposto. Carlo continua le sue offensive contro gli Avari. Si era intanto risolta la crisi iconoclasta: alla morte di Leone 4° il potere passa alla vedova irene. Il primo si occupò poco dell’iconoclastia, mentre irene era favorevole: 7° concilio ecumenico di Nicea (il secondo a Nicea): si definisce il corretto culto delle immagini, che si limiti alla sola devota venerazione che va distinta dalla latrìa = venerazione riservata solo a Dio. Ma questa cosa non riavvicinò papato e impero bizantino. Nel 797 irene fa accecare il figlio. Il papa Leone III nel 799 è aggredito da parte della nobiltà. Carlo vede queste cose e decide di scendere a Roma, come giudice: convoca un concilio, ascolta tutti. Il 23/12/800 Leone 3° per discolparsi da accuse di adulterio presta un “giuramento di purificazione”. A Natale, quando Carlo va a s.pietro per partecipare alla messa, il papa gli si avvicina e gli pone sul capo la corona imperiale. Era la nascita del sacro Romano Impero. Si dice che Carlo sia rimasto seccato dalle modalità dell’incoronazione.
di Dario Gemini
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.