Skip to content

Problema sull'unità della Chiesa. Monotelismo


Storia ecclesiastica del 7 sec. Il papato rimase legato politicamente all’impero bizantino, in posizione dialettica con imperatore e patriarca di Costantinopoli. Nuovo problema teologico sull’unità della chiesa: monotelismo o monoteletismo. Abbiamo visto prima che la polemica dei monosofisti contro le 2 nature di Cristo sancite dal concilio di Calcedonia del 451 non si placarono dopo la sua conclamazione, portando alla condanna dei 3 capitoli nel 553 col 2° concilio di Costantinopoli, voluto da Giustiniano e seguito dallo scisma dei 3 capitoli. Gli imperatori dovevano cercare una formula unitaria per la fede nell' impero, perché i monosofisti non erano soddisfatti dell’enotikon di Giustino II del 567. Il patriarca di Costantinopoli Sergio I (610-38) pensò si potesse trovare l’unione in un nuova formula teologica che parlasse di un' unica facoltà operativa teandrica (forza Divino-umana). Papa Onorio I propone di parlare in Cristo di un sola volontà, cosa che Sergio accetta ed Eraclio sancisce. Ma dopo le loro morti torna la disputa: Massimo il confessore era contrario al monotelismo. Va a roma dove nel 649 si riunisce un sinodo in laterano (fino al 1367 sede dei papi a roma fu il laterano, i cui locali sarebbero stati donati da costantino I nel 313 ai papi), con papa Martino I, che respinge il monotelismo e definisce la dottrina delle due volontà in Cristo, che va parallela alle 2 nature del concilio di Calcedonia. Si scomunica il patriarca Sergio ed i successori, e l’oriente se la prende, incluso l’imperatore Costantino III. Papa Martino è arrestato, deportato a Costantinopoli e poi mandato in esilio. Massimo il confessore muore in esilio con mani e lingua mozzate. Ma Costantino 3° non riesce a imporsi in occidente. È ucciso nel 668. il suo successore costantino 4° lascia perdere i cristiani monofisiti e preferisce riconciliarsi con l’italia bizantina. I re longobardi erano intanto tutti cattolici. Nel 680 papa agatone condanna il monotelismo, ribadendolo nel successivo concilio. Si anatemizza anche papa Onorio 1°. 3° concilio di Costantinopoli. Nel concilio trullano II si stabiliscono 102 canoni disciplinari tra cui: celibato degli ecclesiastici, anatema contro onorio ecc. Concilio della sola chiesa orientale. L’imperatore Giustiniano II cerca di convincere il papa e poi di catturarlo.

di Dario Gemini
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.