Skip to content

Diagnosi per il disturbo autistico

*Un totale di almeno sei voci da (A), (B) e (C), con almeno due da (A) e almeno una ciascuno da (B) e (C):
(A): Compromissione dell'interazione sociale:
*Marcata compromissione nell'uso di vari comportamenti non verbali, come il contatto oculare, l'espressione mimica, la postura corporea.
*Incapacità di sviluppare relazioni con i coetanei adeguate al livello di sviluppo.
*Mancanza di ricerca spontanea della condivisione di interessi o attività con altre persone.
*Mancanza di reciprocità sociale o emotiva.
(B): Compromissione della comunicazione:
*Ritardo o totale mancanza dello sviluppo del linguaggio parlato, non accompagnato dal tentativo di compenso attraverso modalità di comunicazione non verbale, come gesti o mimica,
*Nei soggetti con adeguato sviluppo del linguaggio, marcata compromissione della capacità di iniziare o sostenere una conversazione con altri.
*Uso di linguaggio ripetitivo e stereotipato.
*Mancanza di giochi adeguati al livello di sviluppo.
(C): Comportamenti, interessi e attività ripetitivi e stereotipati:
*Dedizione assorbente a oggetti o attività.
*Rigida aderenza a certi rituali.
*Manierismi stereotipati.
*Eccessivo e persistente interesse per parti di oggetti.
*Ritardo o funzionamento anomalo in almeno una delle seguenti aree, con esordio prima dei 3 anni:
*interazione sociale.
*linguaggio usato nella comunicazione sociale.
*gioco simbolico o di immaginazione.
*Le anomalie non sono meglio attribuibili al disturbo di Rett o al disturbo disintegrativo dell'infanzia,

I bambini autistici possono avere abilità specifiche che riflettono un talento notevole, o una memoria a lungo termine eccezionale. Solitamente, essi mostrano notevoli abilitò sensomotorie nell'arrampicarsi o nello stare in equilibrio. Durante l'infanzia non mostrano un attaccamento pronunciato nei confronti della madre. Non si avvicinano agli altri, non provano reazioni verso chiunque li avvicini. Questi soggetti non mostrano attivazione con l'area cerebrale associata all'identificazione  e all'elaborazione delle facce. Mancano di empatia. I deficit della comunicazione che possono presentare sono l'ecolalia (il bambino ripete ciò che è stato detto da un'altra persona) e l'inversione dei pronomi (fanno riferimento a se stessi usando pronomi scorretti, come “lui”, “lei” o ”tu”). I bambini autistici sono turbati da qualsiasi cambiamento nella loro routine quotidiana.

di Alessio Bellato
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.