Skip to content

Diverse cause della demenza

*Demenza fronto-temporale (FTD)
Ha inizio attorno ai sessant'anni, non comporta deficit di memoria, ma le funzioni esecutive (progettazione delle azioni, problem solving e i comportamenti diretti ad uno scopo) e l'abilità di riconoscere e comprendere le emozioni sono compromesse. Il deterioramento dei neuroni ha luogo principalmente nell'amigdala, nelle regioni anteriori dei lobi temporali, nella corteccia prefrontale e in altre regioni dove sono presenti neuroni serotoninergici. E' causata dalla malattia di Pick, che provoca la presenza dei corpi di Pick nelle cellule nervose, che causa la morte dei neuroni.

*Demenza vascolare
Debolezza in un braccio, riflessi anormali, malattia cerebrovascolare. Il paziente è colpito da una serie di ictus ripetuti, in cui, in seguito alla formazione di trombi, vi è stata occlusione di vasi cerebrali, deficit d'irrorazione e conseguente morte cellulare. Il rischio non è genetico: la malattia, infatti, è associata agli stessi fattori causali delle malattie cardiovascolari (colesterolo “cattivo”, fumo, etc.).

*Demenza con corpi di Lewy (DLB)
i sintomi sono difficili da distinguere da quelli del morbo di Parkinson (passo strascicato) e dalla malattia di Alzheimer (perdita della memoria). Altri sintomi rilevanti comprendono allucinazioni e deliri.

*Demenze causate da malattie e traumi
Encefalite, meningite, virus dell'HIV, traumi cranici, tumori cerebrali, carenze nutrizionali, insufficienza renale o epatica, disfunzioni endocrine (ipertiroidismo), esposizione ad agenti tossici, come piombo o mercurio, e l'abuso cronico di sostanze sono condizioni che possono portare alla demenza.
di Alessio Bellato
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.