Skip to content

Trattamento dei disturbi di personalità

Persone con disturbi dell'Asse I e disturbi dell'Asse II, contemporaneamente, hanno più difficoltà a guarire delle persone che presentano solo disturbi dell'Asse I. Si ricorre al trattamento farmacologico, in base al problema dell'Asse I. Esistono dei programmi psicoterapeutici in day hospital o ambulatoriali per i disturbi di personalità, che sono accompagnati da terapia sociale e occupazionale. I terapeuti psicodinamici mirano a modificare il modo in cui il paziente considera i problemi infantili che si presume siano alla base del suo disturbo. I terapeuti cognitivo-comportamentali tendono a suddividere un disturbo di personalità in una serie di problemi separati (addestramento a modi non antagonistici di rapportarsi con gli altri, addestramento alle abilità sociali). Stanno emergendo risultati incoraggianti sull'efficacia della terapia dialettica del comportamento nel trattare il disturbo borderline di personalità: un'accettazione incondizionata del paziente viene combinata con un'attenzione di tipo cognitivo-comportamentale.



di Alessio Bellato
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.