Skip to content

Circolazione sanguigna del bulbo

CIRCOLAZIONE SANGUIGNA DEL BULBO


La circolazione sanguigna del bulbo è assicurata da due sistemi, quello retinico e quello ciliare, entrambi dipendenti dall'arteria oftalmica (ramo dell'arteria carotide interna). Un occlusione dell'arteria oftalmica può causare cecità.

La retina è irrorata dall'arteria centrale della retina e dal SISTEMA CORIOCAPILLARE, che fornisce nutrienti all'epitelio pigmentato e ai fotorecettori. 

L'ARTERIA CENTRALE DELLA RETINA attraversa il nervo ottico e raggiunge la superficie interna dell'occhio, irrorando la retina visiva. L'occlusione di questa arteria causa un edema, soprattutto nei diabetici, la cui patologia ha come complicanza una microangiopatia che porta a cecità. L'occlusione crea delle anastomosi con i rami posti sulla superficie esterna della cavità orbitaria con i rami per esempio che vascolarizzano il muscolo orbicolare e quelli che provengono dall'arteria carotide esterna per cui si crea un circuito collaterale che in alcune circostanza risulta essere comunque insufficiente. 
Il sangue refluo si porta verso la papilla ottica da cui fuoriesce dal bulbo oculare attraverso la VENA CENTRALE DELLA RETINA. 
Le arterie ciliari originano direttamente dall'arteria oftalmica, percorrono il nervo ottico e si distinguono in:

ARTERIE CILIARI POSTERIORI: si dividono in: 
-ARTERIE CILIARI POSTERIORI BREVI: sono circa 20 che perforano la sclera intorno al punto di ingresso del nervo ottico. Si portano in avanti e si distribuiscono nella coroide.
-ARTERIE CILIARI POSTERIORI LUNGHE: sono due (mediale e laterale) che perforano la sclera e percorrono la coroide. Arrivati in prossimità dell'iride, si risolvono in rami che si anastomizzano tra di loro e con quelli delle arterie ciliari anteriori, formando il GRANDE CERCHIO ARTERIOSO DELL'IRIDE. Da questo cerchio originano rami che formano sul margine pupillare dell'iride il PICCOLO CERCHIO ARTERIOSO DELL'IRIDE.

ARTERIE CILIARI ANTERIORI: originano dai rami muscolari dell'arteria oftalmica e raggiungono la sclera che perforano in prossimità dei muscoli retti. 

Il sistema venoso è diverso da quello arterioso. Esso drena il sangue proveniente dal corpo ciliare mediante le VENE CILIARI ANTERIORI, che contengono anche l'umor acqueo. Il sangue proveniente dalla sclera viaggia nelle VENE CILIARI POSTERIORI; il sangue della coroide viene convogliato nelle VENE VORTICOSE. Tutte queste vene raggiugono poi le vene oftalmiche (superiore e inferiore) che si aprono nel seno cavernoso. 
Tratto da IL SISTEMA NERVOSO di Luca Sciarabba
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.

Certificazione antiplagio

Noi verifichiamo le corrispondenze online e puoi ottienere un certificato di eccellenza per valorizzare il tuo lavoro