Skip to content

Cronaca del massacro alla Columbine, minuto per minuto

Questo doveva essere il “piano” dei due ragazzi: avrebbero piazzato delle bombe, nascoste negli zaini, in caffetteria all’ora del pranzo; gli studenti sopravvissuti all’esplosione sarebbero scappati verso il parcheggio della scuola dove i due li avrebbero attesi armati; altri ordigni, posti in alcune auto, sarebbero poi dovuti esplodere all’arrivo di polizia e vigili del fuoco; infine vi erano persino bombe a qualche chilometro dalla scuola che sarebbero servite per distrarre i servizi d’emergenza.
Per fortuna le bombe poste nella caffetteria non esplosero, il piano originale fallì. Secondo le indagini svolte possiamo però ricreare una sorta di cronologia del  massacro:

11:10 Eric e Dylan arrivano a scuola e parcheggiano davanti alla caffetteria.
11:14 Lasciano in caffetteria bombe di nove chili ed escono.
11:23 Vanno all’uscita occidentale ed aprono il fuoco sugli studenti che iniziano a fuggire.
          Uno studente fa la prima chiamata ai servizi d’emergenza.
11:24 In caffetteria gli studenti si rendono conto di quello che sta succedendo (mancano
          poche settimane al diploma, quindi inizialmente molti hanno creduto ad uno
          scherzo), il personale cerca di portarli in salvo. Arriva una pattuglia della polizia.
11:27 I ragazzi entrano nella scuola ed iniziano a sparare ciecamente.
11:28 Entrano in biblioteca dove uccidono dieci persone e ne feriscono dodici.  
          Scambiano fuoco con la polizia da una finestra. Per quaranta minuti sparano e
          seminano ordigni esplosivi nella scuola.
12:06 I due ragazzi si uccidono sparandosi in testa nella biblioteca. Le forze dell’ ordine
          ignorano che i due ragazzi sono entrambi morti e, a causa delle bombe sparse
          nell’edificio, impiegano più di tre ore per raggiungere tutti i sopravvissuti e per
          trovare i due assassini.

Eric e Dylan erano entrambi ragazzi intelligenti, venivano da famiglie solide, praticavano sport ed erano bravi con il computer. Quando entrarono alla Columbine ebbero difficoltà a adattarsi, ma in ogni caso trascorrevano il tempo come tutti gli altri adolescenti. Nessuno potrà mai dire con certezza perché hanno commesso questo crimine così orrendo.
di Laura Righi
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.