Skip to content

Diagnosi differenziale fra lesioni vitali e post-mortali

Talora, nello studio medico-legale del cadavere e delle cause della morte ci si trova di fronte alla necessità di distinguere se determinate lesioni siano state prodotte in vita oppure se siano state prodotte e dopo la morte.
I segni che depongono per il carattere pre-mortale o vitale della lesione sono:
a. reazione flogistica a carico dei margini della ferita, con aspetti di tipo diverso, anche in base al tempo trascorso dal momento di produzione della lesione, sino all’instaurarsi di processi di cicatrizzazione;
b. infiltrazione leucocitaria nei margini della ferita;
c. infiltrazione leucocitaria perivascolare;
d. infiltrazione emorragica dei margini: in tal caso occorrerà distinguere l’infiltrazione emorragica pre-mortale dalle petecchie post-mortali, dovute ad esempio a rottura dei vasi capillari.
Un certo grado, sebbene assai modesto di demarcazione leucocitaria può verificarsi anche in risposta a lesioni sicuramente post-mortali, se queste siano state inferte a distanza di tempo assai breve dalla morte.
di Stefano Civitelli
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.