Skip to content

Due Tipi Fondamentali di Esperienza

Il Sè, come si è detto prima, è costituito da due poli: il polo dei “valori e ideali” e un polo detto “grandioso” delle ambizioni, degli obiettivi, del senso di potere.

Questi due poli si sviluppano grazie a due funzioni dell'oggetto-Sé: per sviluppare i valori e gli ideali, durante lo sviluppo, l'oggetto-Sé svolge la funzione di imago (cioè rappresentazione, immagine) parentale idealizzata, in cui tutto il potere risiede nell'oggetto onnipotente con cui viene ricercato l'unione: io partecipo alla tua onnipotenza perché sei un oggetto-Sé (“dato che il mio papà è bello e buono, anche io sono bello e buono”). Per quanto riguarda l'oggetto Sé rispecchiante, il bambino cerca di sperimentare un senso di grandiosità, onnipotenza ed esibizionismo, ottenendo conferma dall'ambiente (esempio: bambino che dice “mamma guarda quanto sono forte!” e la mamma risponde “Sì, sei fortissimo!”); l'oggetto-Sé rispecchiante permette quindi al bambino di avere un senso di potere e di ambizione. Se mancano queste due funzioni non si sviluppa uno dei due poli.

Quindi, Kohut afferma che il Sé bipolare ha due poli: ambizioni e valori/ideali. Le ambizioni porteranno all'esperienza di potere e successo, mentre i valori/ideali porteranno a mete/obiettivi idealizzati. La forza di ciascuna componente dipende dallo stato del Sé nucleare genitoriale, se il genitore è in grado di svolgere queste funzioni di oggetto-Sé e se il genitore non ha a sua volta una problematica narcisistica.


di Mariasole Genovesi
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.