Skip to content

Efficacia del contratto: interpretazione

Nell’interpretare il contratto si deve indagare quale sia stata la comune intenzione delle parti e non limitarsi al senso letterale delle parole
Comune intenzione = corrispondenza di significato tra le manifestazioni di volontà delle parti
Interpretazione soggettiva → ricerca della “comune intenzione”
Interpretazione oggettiva → scelta tra diversi significati possibili, secondo criteri di oggettiva opportunità

L’interpretazione va fatta:
- Secondo buona fede e correttezza
- Senza dare peso esclusivo al significato letterale delle parole, bensì tenendo conto del contesto
- Tenendo conto del comportamento della controparte in fase di trattativa e in fase di esecuzione

A volte però le clausole possono essere di dubbio significato o avere più significati possibili; in questi casi il significato viene attribuito secondo:
- Usi interpretativi
- Natura ed oggetto del contratto
- Principio di equità
In alcuni casi una delle parti può avere interpretato il contratto in modo diverso → errore (vizio)
di Fabio Merenda
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.