Skip to content

Enti non profit: associazioni riconosciute

Contratto associativo → più persone si obbligano reciprocamente a perseguire un fine non lucrativo
E’ richiesto l’atto pubblico, da cui devono risultare un organo di indirizzo (assemblea) + organo amministrativo (CdA); la presenza nell’atto pubblico di tutti gli elementi richiesti consente il riconoscimento 

Assemblea → metodo della collegialità + principio di maggioranza
Metodo della collegialità → l’assemblea è validamente costituita quando tutti gli aventi diritto sono in grado di intervenire alla riunione (in alcuni casi è validamente costituita solo quando si raggiunge un certo quorum costitutivo)
Le delibere sono validamente assunte quando la maggioranza dei voti è favorevole (in alcuni casi sono validamente assunte solo quando si raggiunge un certo quorum deliberativo)
L’assemblea è sovrana quindi, oltre alla nomina/revoca degli amministratori, può deliberare su modifiche dell’atto costitutivo + modifiche dei fini + scioglimento anticipato dell’associazione (con quorum qualificati)

CdA → attua le delibere dell’assemblea + governa il patrimonio e l’attività dell’associazione
Gli amministratori sono mandatari → amministrano l’ente con la diligenza del mandatario e devono rendere conto al proprio mandante della gestione compiuta
Le associazioni riconosciute sono soggette al controllo pubblico

di Fabio Merenda
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.