Skip to content

Fattori di stabilità della società

1) abitudini, che svolgono la funzione di evitare agli uomini di sprecare le loro energie nella soluzioni di situazioni ricorrenti;
2) bisogno di previsione nelle relazioni sociali;
3) etnocentrismo: fa sì che gli uomini ritengano migliore il loro modo di vivere rispetto a quello di altri.
4) il controllo sociale e l’esercizio del potere: più una società è organizzata gerarchicamente più le trasformazioni avvengono lentamente.

Mutamento, sviluppo, progresso
il concetto di mutamento sociale può essere distinto da quello di sviluppo e progresso. Non sempre infatti ad un mutamento sociale si accompagna uno sviluppo e un progresso.
lo sviluppo è un aumento di complessità; il progresso è un miglioramento qualitativo della vita degli uomini, cioè sviluppo più miglioramento nelle dimensioni morali, estetiche e cognitive della società.
Può verificarsi ad esempio il caso di una società che abbia uno sviluppo non accompagnato da nessun progresso (es: una nazione che progredisce nel campo scientifico accentuando però un suo atteggiamento bellicoso o reprimendo le espressioni di libertà).

Il mutamento sociale in Italia.
Anni '50 -> spirito di conservatorismo e conformismo intaccato solo verso la fine del decennio da una richiesta di nuova libertà.
Anni ’60 -> forte accentuazione della domanda di nuove liberta; questo decennio è caratterizzato da una grande fiducia nel progresso.
Anni ’70 -> viene meno l’ottimismo, la fiducia nel progresso, inizia l’era del lungo riflusso, che vede il recupero di alcuni valori decaduti con gli anni 60 e il ridimensionamento del mondo dei giovani non più proposto come modello portante della società.
Anni ’80 -> accanto a fenomeni come lo yuppismo, il rampantismo, e l’individualismo, vanno assumendo rilevanza gli orientamenti meritocratici ed efficientismi, la professionalità.
Anni '90 -> registrano il superamento del periodo storico dominato dalle grandi ideologie
In sintesi, un tratto significativo della seconda parte del ventesimo secolo è dato dal diffus fenomeno dell’esplosione delle aspirazioni degli individui, volti all’affermazione di se stessi, all’acquisizione dei privilegi spesso a prescindere dal merito.
Dall’altra parte le forze al potere e i governi alimentano eccessive illusioni: pur di ottenere consenso, impegnati nella lotta prioritaria al mondo comunista, accettano e favoriscono il diffondersi dell’illegalità e intrecciano anche connivenze con le organizzazioni criminali.
Il crollo dei regimi comunisti sembra però rendere possibile sembra determinare un cambiamento nella vita politica e sociale del paese.
di Alessia Chiovaro
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.