Skip to content

Frustrazioni in psichiatria dinamica

TEORIA DELLA MALATTIA

Vedi nostalgia di casa e mal d'amore. Persone affette da condizioni del genere si lasciavano lentamente morire. A volte possiamo considerare i desideri frustrati come impulsi tendenti alla realizzazione della propria personalità. Il paziente spesso conduce una vita noiosa o non è valutato da chi lo circonda.

TERAPIA n.1

Soddisfacimento della frustrazione. Tra gli indiani dell'america nordorientale, ad esempio, era sacro mettere in condizione un uomo di soddisfare i propri bisogni, anche se sognati. Esistono desideri insoddisfatti noti o non noti al soggetto. C'erano le “feste dei sogni”. Si parla poi della cerimonia dello zar eseguita in egitto,  per trattare donne nevrotiche o isteriche. La kudya, colei che presiede alla cerimonia, evoca uno djinn che possiede la paziente, in una danza estatica e frenetica in cui poi tutte sono possedute dagli djinn. La cura può essere anche un aumento di prestigio e riconoscimento sociale.

Tutte le guarigioni precedenti sono eseguite come cerimonie. Alcune cerimonie erano in passato riti di guarigione. A volte la cerimonia è una sorta di ripetizione, di riproduzione del trauma iniziale o dei grandi miti della tribù. Oggi chiamiamo queste terapie terapie da shock o psicodramma. Possono esserci dei trattamenti collettivi, in cui sono coinvolti dei locali, miti, musiche e costumi particolari, e in cui la malattia si può trasferire ad un altro essere. Ci si aspetta poi che a fine cerimonia il paziente si unisca alla società. A volte tutta la comunità partecipa intensamente alla cerimonia. Rappresentando i sacri miti, il paziente si riconcilia con la comunità e con gli dei. C'è poi la cosiddetta “terapia di bellezza”, ossia l'uso di canti, danze, pitture... nel mondo occidentale parallelo con Lourdes dove, dopo una preparazione individuale, il paziente si unisce a dei pellegrini. L'atmosfera è carica, e in tali apici di emotività possono esservi guarigioni.

di Dario Gemini
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.