Skip to content

Il coro


Per quanto riguarda il coro, all’inizio canta il cantante da solo, poi parte il coro che ripete ciascuna frase del cantante un secondo dopo, lo stesso testo e le stesse note del cantante. Questa forma rigida di imitazione si chiama tiab kalu “uomini che cantano in coro”. Quando i kaluli parlano dell’organizzazione cantante\coro usano analogie di uccelli e acqua spiegando appunto che come gli uccelli e l’acqua che scorre, loro non cantano insieme, l’elemento importante è la continuità del flusso nella sovrapposizione.
Per quanto riguarda la messa in scena, tale è la messa a fuoco grazie alla quale le metafore di uccelli e acqua raggiungono la loro massima espressione. Ciò che rende un’esecuzione commovente per i kaluli non è solo la forma ma anche la drammaticità, l’entusiasmo, le aspettative che aumentano fino a culminare nella performance. All’inizio della cerimonia piomba il silenzio, gisalo viene cantato solo nelle long house, al chiuso e al buio, la presenza del suono nello spazio buio viene messa intensamente a fuoco dall’attenzione silenziosa del pubblico. L’interazione fra suono, spazio e oscurità è cruciale per l’indurimento, aspettativa e la struttura culminante degli eventi. La percezione di parole e suoni ipnotici fa avvicinare la foresta sospendendo gli ascoltatori in uno stato liminale. Nella long house come nella foresta il senso dominante non è la vista ma l’udito. Per i kaluli la messa in scena crea le condizioni necessarie alla forza evocativa della canzone. La canzone è suono di uccelli e parole di uccelli, la sua melodia è costituita dalle note dell’uccello muni e il suo testo dalle parole sonore di uccelli. La canzone è comunicazione dal punto di vista di un uccello, comunicazione da parte di qualcuno che diventa uccello. La messa in scena è quell’insieme di allestimenti associati a gisalo - suono, oscurità, spazio e costume - che prepara il pubblico a vedere e ascoltare il cantante\danzatore come se fosse un uccello.

di Marianna Tesoriero
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.