Skip to content

Il personale addetto alla navigazione marittima e al volo

Primo rapporto di lavoro speciale che esaminiamo è quello inerente il personale addetto alla navigazione marittima e dell'aria. Tale rapporto è disciplinato all'interno del Codice di navigazione, fonte esclusiva della disciplina dell'intera materia nautica e quindi anche per ciò che concerne i rapporti di lavoro. La disciplina speciale dedicata a questa categoria di lavoratori è dovuta a ragioni di interesse pubblico riguardanti la sicurezza e la regolarità della navigazione, nonché la conservazione del patrimonio navigante. Per il personale marittimo l'assunzione deve avvenire tramite atto pubblico dinanzi all'autorità marittima per il contratto di arruolamento, mentre per il personale di volo occorre solo la forma scritta del contratto di lavoro. Inoltre entrambe le categorie di lavoratori sono iscritte in appositi albi e registri, dai quali si evince la propria idoneità al servizio o abilitazione professionale. 
I crediti lavorativi dei lavoratori marittimi e dell'aria sono assistiti da privilegio speciale sulla nave o sull'aeromobile e nel loro caso la prescrizione non può decorrere in costanza del rapporto di lavoro. Inoltre i marittimi hanno diritto alla retribuzione in ogni caso di sospensione del servizio per malattia o lesione, oltre a dover essere mantenuti a bordo della nave se il proprio diritto di credito sia rimasto insoddisfatto, con la continuazione della stessa retribuzione. 
E' prevista, inoltre, per queste due categorie speciali di lavoratori, una deroga alla L.300/1970 (statuto dei lavoratori), la quale afferma che pur essendo prevista un'applicazione generale dello Statuto, si rinvia alla contrattazione collettiva in materia (principio di cui è stato ridotto il rilievo dalla Corte costituzionale in materia di licenziamento e sanzioni disciplinari). 
di Alessandra Infante
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.