Skip to content

Implicazioni metodologico-didattiche per l'apprendimento di una lingua

L’approccio che trovò massima eco nel campo didattica è quello strutturale. Con esso, l’accento viene posto sulla lingua come sistema di relazioni fra gli elementi. Le unità linguistiche sono considerate oppositivamente in una serie di differenze di suoni combinate con una serie di differenze di idee entro un sistema di rapporti e differenze.

A livello fonetico, l’analisi verte sullo studio di tutti i suoni articolati della lingua. A livello morfologico oggetto dell’analisi saranno le unità minime aventi significato grammaticale. A livello lessico-sintattico essa verte sulla struttura della frase e sulle sue caratteristiche fondamentali. A livello sintagmatico, una parola è analizzata nei rapporti in cui si pone rispetto agli elementi che la precedono o seguono.

L’interesse è centrato sulle modalità di funzionamento delle lingue, cercando di spiegare “how language words”. E’ asserita la proprietà della lingua orale su quella scritta, quest’ultima immagine e rappresentazione della prima. Attribuire alla lingua scritta il ruolo principale equivale a credere che per conoscere qualcuno sia meglio guardare la sua fotografia che il suo viso.
di Domenico Valenza
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.