Skip to content

L'iscrizione al partito

I momenti centrali del partito di massa sono il proselitismo e il radicamento sociale che si concretizzano nell’iscrizione.
Entrare in un partito di massa rappresenta non solo la condivisione di un progetto ideale, ma anche l’ingresso in una comunità costituita sulla base di valori ideologici, religiosi e politici, che si articola in circoli, associazioni, dopolavori, cooperative, gruppi sportivi e giovanili.
I due principali partiti seguono la vita dell’iscritto in tutte le sue principali attività di tutte le stagioni di vita, perciò definiti “dalla culla alla bara”.
Per entrare nella Dc lo statuto dispone un lungo iter burocratico, più elevata è la soglia d’accesso al Msi che seleziona molto l’ingresso; anche gli altri partiti stabiliscono per questo momento rituali, iter e controlli.
L’Uomo qualunque invece fa della diversità organizzativa una bandiera ideologica stabilendo nella fase iniziale la totale permeabilità e spontaneità dell’organizzazione, però anche questo partito avrà tessere e distintivi, organi gerarchici e consigli di disciplina per far rispettare la loro volontà.
Però queste procedure si riducono i quanto l’obiettivo del partito di massa è quello di crescere e quindi deve favorire l’iscrizione che rappresenta anche una fonte di finanziamento; una volta ammesso poi l’iscritto deve mantenere l’appartenenza con un comportamento decoroso e una corretta pratica politica. Il Pci e i suoi militanti sono molto attenti e rigorosi a ciò.
di Anna Carla Russo
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.