Skip to content

LA NASCITA DEL CONCETTO SCIENTIFICO DI CULTURA

Il termine cultura è per tutti molto familiare e contiene in sé diverse sfumature di significato.
La prima intende la cultura come un attributo della persona colta, che ha cioè seguito un percorso più o meno lungo di formazione e educazione individuale; la seconda si riferisce alla cultura come a un’insieme di costumi, procedimenti tecnici e tradizioni (cultura regionale).
I due concetti sono tra loro in contraddizione, perché la cultura, come elevazione culturale e dello spirito, non tiene conto dei costumi singolari, locali, condizionati dal contesto storico e ambientale, in quanto ha pretese universali e vale per l’essere umano in generale.
La cultura dei popoli, invece, è sempre una cultura radicata e particolare.
I due usi comuni attuali della nozione di cultura si collocano in tappe diverse di una stessa evoluzione storica, che riguarda però i paesi occidentali, dove il termine italiano cultura è simile a quello di altre lingue (francese, spagnolo, inglese). Il concetto di cultura rivela la storia culturale della società occidentale, ed è uno strumento che nasce in stretta relazione con l’esperienza e con il linguaggio, all’interno di un dato contesto storico-sociale, con il compito di riuscire a farci comprendere qualcosa di noi e degli altri.
I due usi del linguaggio comune attuale si riferiscono a due concezioni della cultura che si sono affermate in successione nel corso di secoli e che sono stati chiamate concezione umanistica o classica e concezione antropologica o moderna.
di Manuela Floris
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.