Skip to content

La concorrenza nel breve periodo

Un'impresa concorrenziale in primo luogo determina il prodotto al quale essa massimizza il profitto (o minimizza le perdite), successivamente decide se produrre o cessare l'attività.
La decisione di produzione nel breve periodo. Il ricavo di un'impresa concorrenza R =pq aumenta in misura pari a p se essa vende un'unità di prodotto in più, con un ricavo marginale pari a p. Poiché il ricavo marginale di un'impresa concorrenziale è pari al prezzo di mercato, un'impresa concorrenziale che massimizza il profitto produce la quantità di output per la quale il costo marginale è pari al prezzo di mercato:
MC (q) = p



Il punto e è l'equilibrio dell'impresa concorrenziale.
Il massimo profitto dell'impresa è rappresentato dal rettangolo nel grafico.
La lunghezza del rettangolo è il n° di unità vendute
L'altezza è il profitto medio dell'impresa, che corrisponde alla differenza tra il prezzo di mercato (ricavo medio) e il costo medio:
                                         π/q = (R-C)/q =  (pq/q)- (C/q) = p-C
Seguendo la regola MC = p l'impresa può decidere di quanto modificare il livello di produzione per reagire alla variazione del costo provocata da una nuova imposta.
La decisione di cessazione dell'attività nel breve periodo L'impresa cessa l'attività solo se in questo modo riduce o elimina la perdita.
L'impresa può ottenere un vantaggio dalla cessazione dell'attività solo se il suo ricavo è inferiore al costo variabile di breve periodo:
   pq<VC
Dividendo entrambi i membri per il prodotto(q) possiamo scrivere questa condizione come:
   p<AVC(q)
Un'impresa concorrenziale cessa l'attività se il prezzo di mercato è inferiore al minimo della curva del costo variabile medio di breve periodo.
Concludendo un'impresa concorrenziale effettua un processo decisionale in 2 fasi per massimizzare il profitto:
Determina il livello di prodotto che massimizza il profitto o minimizza la perdita quando il MC = p
Sceglie di produrre tale quantità a condizione di non subire una perdita maggiore operando anziché cessando l'attività. L'impresa cessa l'attività solo se p < AVC.
di Alessia Chiovaro
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Questo appunto non è ancora disponibile in formato PDF.