Skip to content

La memoria prospettica

MEMORIA PROSPETTICA = Preposta a conservare i piani di azione in modo che l'ottimizzazione dei tempi e degli spazi, frutto della pianificazione, venga tradotta in atti
concreti.

Consente il richiamo di intenzioni e piani di azione orientati al futuro.

Si avvale delle conoscenze conservate in memoria semantica e di elementi dedotti dalla memoria episodica, necessita di una memoria di lavoro.

Studi hanno mostrato cali di prestazione, in compiti di memoria prospettica, nei soggetti GIOVANI (11-14) e ANZIANI (over 70)

Le ipotesi avanzate per spiegare l'oblio e le dimenticanze sono numerose.

Differenza fra:

Dimenticanza = dimenticare ciò che è stato realmente appreso;

Mancato apprendimento = dimenticare ciò che crediamo di aver appreso

Cause della perdita dell'informazione nella MLT: varie ipotesi:

1. Mancato utilizzo di certi contenuti della memoria ->Teoria del Disuso = quanto meno un contenuto di memoria viene rievocato, tanto più probabile che vada perduto;

2. Impiego di strategie di recupero non congruenti con quelle con le quali è stata effettuata la codifica -> viene meno la capacità di recuperarla.

3. Presenza di grandi quantità di informazioni in memoria -> Teoria dell'Interferenza; il vocabolario passivo (= insieme dei termini che conosciamo) è molto esteso  
vocabolario attivo -> minima parte utilizzata di frequente. Un eccesso di informazioni memorizzate può interferire con il recupero, rallentandolo o impedendolo.

4. Condizioni emotive in cui è avvenuto l'apprendimento -> uno stato di particolare tensione può impedire il recupero dell'info

Fenomeni amnesici si osservano anche in persone che hanno assistito ad un crimine violento o hanno subito violenza
di Giulia Coltelli
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.