Skip to content

La natura della scienza economica e la moralità del capitalismo di Keynes

Keynes considera l’economia come parte dell’etica appicata, una scienza morale (e non fisica ), perché riguarda l’introspezione, le motivazioni, la psicologia.
Lo scopo è quello di comprendere i fini umani, istinti psicologici e irrazionali che si presentano in contesti di incertezza.
Keynes afferma che il capitalismo dal punto di vista etico, è completamente immorale, è un sistema sociale che si è trasformato in sistema di valori basato sull’amore per il denaro e sul tornaconto finanziario; invece, per raggiungere fini economici il capitalismo è il sistema migliore.
Per questo va corretto eliminando i difetti e facendo intervenire lo Stato che può offrire max garanzia di giustizia sociale e equità.
Monetarismo Teoria macroeconomica basata sull'analisi dell'offerta di moneta e sul ruolo della moneta nell'influenzare i prezzi, la produzione e l'occupazione. Il monetarismo, che comprende scuole di pensiero tra loro molto diverse, viene comunemente contrapposto al keynesismo, che sostiene da una parte che le variazioni nell'offerta di moneta esercitano nel breve periodo solo un modesto impatto sul sistema economico; dall’altra che l'economia non tende automaticamente verso la piena occupazione, il cui raggiungimento può essere favorito dalla politica fiscale (insieme di misure adottate dal governo in materia di imposizione fiscale e di spesa pubblica, imposte ecc).
di Priscilla Cavalieri
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.