Skip to content

La pubblicità interrelata con i media

Oggi a tutto ciò si aggiunge per la pubblicità anche una tendenza verso ciò che potremmo definire connessionismo: l’interrelazione con altri media e con altre strutture di comunicazione attive nella società, invadendo così una sempre maggior quantità di territorio mediatico. La nuova fase connessionista fa certamente perdere di riconoscibilità alla pubblicità, perché questa tende a mescolarsi con il flusso di messaggi nel quale si trova inserita, anche se è spesso proprio la sua apparente inefficacia a permetterle di comunicare più facilmente, senza incontrare grandi resistenze.

Oggi, con il passaggio della pubblicità alla fase connessionista, anche la marca deve necessariamente cambiare la sua natura ed il suo ruolo. Siamo dunque sempre più di fronte ad una marca network ad una marca cioè il cui scopo primario è di essere costantemente in relazione con gli individui. E’ possibile dunque affermare che la marca sta diventando sempre più relazionale. La natura relazionale della marca viene esercitata in varie direzioni:
- verso l’impresa e i suoi prodotti;
- verso i consumatori;
- tra consumatori e consumatori;
- verso le altre marche operanti sul mercato;
- verso l’immaginario sociale;

di Domenico Valenza
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.