Skip to content

La sentenza costitutiva di cui all’art. 2932 c.c.

La norma ammette tale azione qualora sia possibile e non sia esclusa dal titolo.
Per esperire l’azione l’attore deve aver eseguito la sua prestazione o avere fatto offerta nei modi di legge; la giurisprudenza si accontenta di qualsiasi offerta e ad essa equipara la convocazione davanti al notaio per la conclusione del definitivo.
Quanto al requisito della possibilità, deve essere, appunto, possibile realizzare gli effetti traslativi, e ciò dovrà escludersi, ad esempio, quando il promittente non è più proprietario perché ha alienato con atto trascritto.

di Stefano Civitelli
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.