Skip to content

La teoria di Johnson e Scholes

Johnson e Scholes (2001) suggeriscono di rendere solo gli stake rilevanti parte attiva del processo decisionale e delineano un modello per la progettazione di modelli di corporate governance allargati in grado di promuovere efficacia e efficienza, che si fonda su tre concetti:
1. performance del sistema di corporate governance:
L'efficacia dei processi decisionali può essere espressa in termini di:
- capacità di salvaguardare l'interesse generale, contemperando gli interessi delle diverse categorie di stake
- grado di condivisione delle decisioni da parte di tutti gli stake
L'efficienza dei processi decisionali invece riconducibile a:
- contenimento dei costi di attivazione e gestione del sistema di corporate governance
- contenimento dei tempi per l'assunzione delle decisioni
Dunque un'eccessiva enfasi sull'efficienza può indurre ad un accentramento delle decisioni, mentre un eccessiva enfasi sull'efficacia può comportare l'incremento dei costi e dei tempi. In questa prospettiva il sistema di corporate governance aperto è adeguato quando i vantaggi conseguiti sul piano dell'efficacia sono superiori alle perdite di efficienza e a condizione che queste siano effettivamente sostenibili dal sistema.
2. rilevanza degli stake: i sistemi di corporate governance possono garantire una migliore performance a condizione che si proceda ad una corretta individuazione degli stake, ad una loro classificazione secondo la rilevanza e all'attuazione di strategie differenziate a seconda della rilevanza dei singoli stake
3. forme di coinvolgimento degli stake rilevanti: si possono riconoscere agli stake prerogative di natura decisionale /propositiva e di influenza / di informazione. L'applicazione di questo principio richiede la combinazione di scelte di architettura del modello (di natura statica), con processi e strumenti che siano in grado di conferire allo stesso il necessario dinamismo. I risultati raggiunti finora su questo piano di applicazione sono sicuramente quelli meno soddisfacenti.
Tratto da MANAGEMENT PUBBLICO di Giulia Dakli
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.