Skip to content

Le relazioni: scambio, potere e condivisione

Le relazioni
In base alle parti coinvolte possiamo distinguere relazioni:
- Interpersonali tra attori
- Intraorganizzative che hanno luogo entro l’organizzazione e che possono coinvolgere ancora degli attori ma che più spesso sono mediate da relazioni tra funzioni e ruoli aziendali
- Interorganizzative che hanno luogo tra imprese e sistemi
- Miste
Le forme assunte possono essere:
- Contratti
- Strutture organizzative
- Convenzioni
In base ai contenuti possiamo distinguere tra relazioni:
- Di scambio: che implicano il passaggio di beni e servizi e costituiscono le transazioni in senso stretto
- Di potere: che connotano rapporti in cui una parte può imporre la propria volontà o i propri interessi all’altra
- Di condivisione: che connotano rapporti in cui le parti mettono in comune informazioni, conoscenze, ideali, sentimenti ed emozioni
Per potere possiamo intendere la capacità di un soggetto di ottenere un determinato comportamento o trasferimento che si fonda sul controllo di una risorsa o di uno strumento di coercizione materiale o psicologica.
L’interazione è il processo che consente di superare l’individualismo insito nelle relazioni di scambio e di potere, che consente di cogliere l’uno e il multiplo, la parte e il tutto e , in sintesi la dimensione olistica e sistemica dell’organizzazione.
Le transazioni consistono in interazioni limitate e di breve periodo fra persone.
Le relazioni di condivisione riguardano anche i processi attraverso cui l’apprendimento individuale si genera e viene incorporato nella memoria organizzativa.
Inserendo la transazione in un contesto relazionale più ampio, si evidenziano tre piani di relazione cui corrispondono tre tipi di rapporto: il piano economico e le relazioni di scambio, il piano politico e le relazioni di potere, il piano socio-culturale e le relazioni di tipo sociale, affettivo e culturale.
Le transazioni tra relazioni di scambio e di potere
Il mercato è la prima e fondamentale struttura di governo delle transazioni, astrattamente molto efficiente in quanto può funzionare con un minimo di informazione, il prezzo, e con un minimo di collaborazione: lo scambio è contestuale e reciproco e avviene sulla base delle rispettive funzioni di utilità.
Contratto psicologico: certa disposizione interiore ad adempiere con spirito di collaborazione e fiducia.

di Giulia Mestre
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.