Skip to content

Neocerebellum o pontocerebellum

Il neocerebellum riceve le afferenze dalla via ponto-cerebellare ma questa via  la parte terminale della via cortico-ponto-cerebellare. Queste afferenze arrivano alla corteccia cerebellare e poi al nucleo dentato. Da questo nucleo originano efferenze che si incrociano e raggiungono il nucleo rosso e il talamo. Dal talamo si ritorna alla corteccia cerebrale, quindi si origina la via cerebello-talamo-corticale. Questo avviene perché il cervelletto riceve in continuazione informazioni dalla periferia quindi in base a questi corregge i movimenti programmati dalla corteccia cerebrale, in particolare dall'area motoria. Quest'area motoria ha una parte che gestisce direttamente il movimento e che chiamiamo AREA MOTORIA PRIMARIA e poi ci sono altre aree che sono associate con altre parti della corteccia cerebrale e che si confrontano con le informazioni che vengono dalla periferia.  
Al pontocerebellum arrivano anche afferenze dal nucleo olivare inferiore.

di Luca Sciarabba
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.