Skip to content

Rapina impropria - Circostanze aggravanti speciali, trattamento sanzionatorio

Circostanze aggravanti speciali
- se la violenza o minaccia è commessa con armi (vere ed esibite) o da persona travisata (anche se una soltanto), o da più persone riunite (anche senza precedente organizzazione o pianificazione);
- se la violenza consiste nel porre taluno in stato di incapacità di volere o di agire (non anche di intendere);
- se la violenza o minaccia è posta in essere da persona che fa parte dell’associazione di cui all’art. 416 bis c.p. (mafiosa);
- se il soggetto attivo si impossessa di armi, munizioni o esplosivi, commettendo il fatto in armerie, ovvero in depositi o in altri locali adibiti alla custodia di essi;
- se il fatto è commesso da persona sottoposta, con provvedimento definitivo, a una misura di prevenzione durante il periodo previsto di applicazione e sino a tre anni dal momento in cui ne è cessata l’esecuzione.

Trattamento sanzionatorio
- semplice, punita d’ufficio con reclusione da 3 a 10 anni e multa da 516 € a 2065 €;
- aggravata (a, b, c), punita d’ufficio con reclusione da 4 anni e 6 mesi a 20 anni e multa da 1032 € a 3098 €;
- aggravata (d), punita d’ufficio con la pena prevista nell’ipotesi aggravata precedente aumentata fino alla metà;
- pluri-aggravata (d) + (a, b, c), punita d’ufficio con reclusione da 10 a 20 anni e con multa da 2065 € a 6197 €;
- aggravata (e), punita d’ufficio con la pena prevista nell’ipotesi aggravata (a, b, c) aumentata da ⅓ alla metà.
di Stefano Civitelli
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.