Skip to content

Suddivisione funzionale del telencefalo: aree sensitive

Le AREE SENSITIVE ricevono le afferenze che riguardano sia la sensibilità generale che specifica. In queste aree le informazioni diventano coscienti, vengono elaborate e integrate con i dati di memoria. 
Le vie della sensibilità generale giungono alle aree somatosensitive. All'AREA SENSITIVA PRIMARIA (area 3,2 e 1 di Brodmann), situata nel lobo parietale, giungono le vie della sensibilità somatica che provengono dai nuclei ventrale posteriori (posterolaterale e posteromediale) del talamo. 
La ricezione degli stimoli visivi avviene in aree collocate nel lobo occipitale: AREA VISIVA PRIMARIA (area 17, posta accanto ai labbri della scissura calcarina che in quest'area forma la STRIA DI GENNARI), AREA VISIVA SECONDARIA (area 18) e AREA VISIVA TERZIARIA (area 19).  In ognuna di queste aree si descrive un'organizzazione spaziale che ripete i settori del campo visivo.
Gli stimoli acustici vengono recepiti nell'AREA ACUSTICA PRIMARIA (area 41) e nell'AREA ACUSTICA SECONDARIA (area 42), entrambe localizzate nel lobo temporale.
Gli stimoli gustativi vengono recepiti nell'AREA GUSTATIVA (area 43) nel lobo dell'insula (tuttavia non  ancora chiara questa localizzazione).
L'AREA OLFATTIVA occupa il lobo limbico nelle aree prepiriforme, piriforme e entorinale. Viene raggiunta dal nervo olfattivo quindi le vie olfattive sono le uniche a raggiungere direttamente il telencefalo senza passare dal talamo.
di Luca Sciarabba
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.