Skip to content

Tutela del lavoratore subordinato

Lo statuto dei lavoratori (che è una legge) tutela il lavoratore, ma alcuni lavoratori potrebbero rinunciare ai loro diritti pur di lavorare → ogni patto contrario alle norme inderogabili sui diritti e ogni rinuncia sono invalidi (superprotezione) → annullabilità → il lavoratore può impugnare l’atto invalido entro 6 mesi dalla fine del rapporto di lavoro, pena la decadenza
La nullità e l’annullabilità non producono effetti per il periodo in cui il rapporto ha avuto esecuzione, a meno che non siano dovute all’illiceità dell’oggetto/causa (es. il lavoratore non deve restituire le somme ricevute a titolo di retribuzione)
Il lavoratore potrebbe non far valere i propri diritti riguardanti la retribuzione perché ha paura di essere licenziato, ma così rischia che intervenga la prescrizione → se non c’è garanzia di stabilità del posto di lavoro, la prescrizione non decorre finché il rapporto di lavoro non è cessato (è una forma di sospensione)
di Fabio Merenda
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.