Skip to content

Il catalano: lingua e identità - Il contributo della lingua nel fare una nazione

Il catalano in Italia: minoranza storica ad Alghero, interesse in altre regioni italiane

Presente tutt’oggi ad Alghero, il catalano rappresenta una minoranza storica, una parlata esistita nel passato di cui un residuo resiste ancora. Ricostruiamone la storia.

La presenza del catalano in Sardegna è dovuta storicamente alla colonizzazione. Alghero sta ancora testimoniando il passaggio catalano sull’isola della Sardegna.
“Catalana è la lingua dalle curiose inflessioni arcaiche che ha tramandato fino a noi la parlata aragonese dei tempi aurei.”
Risalendo nel tempo, si sa che quando Alghero passò a far parte dei domini catalani-aragonesi (l’unione catalano-aragonese nel 1137, sotto il nome di Corona de Aragón), tutti gli abitanti dell’isola, sardi e genovesi, furono espulsi e al loro posto venne imposta una colonia di catalani. Quindi non è che ci fu la convivenza degli abitanti locali e degli invasori, ma piuttosto una purificazione e poi un ripopolamento della città, ciò che rese più facile e più evidente la presenza della lingua catalana lì.
“La città doveva esser abbandonata dai cittadini di origine sarda, fatti salvi nelle persone e negli averi, e ripopolata esclusivamente di Catalani. I Doria in cambio ebbero feudi altrove.”
Ed è così che Alghero passò dai Doria agli Aragonesi e l’elemento catalano vi penetrò.

Oggi, nonostante la lunga presenza aragonese di un secolo e mezzo in Sardegna, Alghero resta l’unica località catalana in cui il catalano, ossia un suo dialetto, si parla da circa 20.000 persone, la metà degli algheresi.
Stando alla Legge 482 del 1999 “Norme in materia di tutela delle minoranze linguistiche storiche”, il catalano viene riconosciuto come lingua di minoranza in Italia occupando con i suoi 20.000 parlanti il quinto posto fra le lingue minoritarie godenti di tutela della legge dello Stato italiano, che nella sua Costituzione ribadisce la sua politica di tutela dei gruppi linguistici in esso viventi per cui “La Repubblica tutela con apposite norme le minoranze linguistiche.”
Per conservare i legami con la lingua catalana, gli Algheresi organizzarono movimenti e stabilirono associazioni culturali-letterarie catalanofili. Citiamo a titolo di esempio l'Agrupació Catalanista de Sardenya fondata nel 1902, le fecero il seguito nel dopoguerra numerosi gruppi culturali tra cui il Centre d'Estudis Algueresos nel 1950.
Sempre a favore della lingua catalana, il comune di Alghero cerca di promuovere il suo uso. Si pensi all’insegnamento che va oltre l’orario scolastico per dare corsi di lingua catalana agli adulti. Vengono anche effettuati interventi di sensibilizzazione alla lingua come quello dello Sportello linguistico che veglia sulla normalizzazione dell’uso del catalano.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Il catalano: lingua e identità - Il contributo della lingua nel fare una nazione

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Kaouther Rabhi
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2010-11
  Università: Université de Carthage
  Facoltà: Institut Supérieur des Langues de Tunis
  Corso: Lingua, Civiltà e Letteratura italiana - Linguistica Romanza
  Relatore: Giuseppina Pani
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 66

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

francia
sardegna
catalogna
alghero
catalano
catalani
renaixença
catalunya-nord
generalitat autonoma de catalunya

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi