Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Business Plan di un'azienda di outsourcing di attività di vendita on-line. Il caso B-commerce

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Marco Andrini Contatta »

Composta da 367 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 10598 click dal 11/04/2005.

 

Consultata integralmente 34 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

L'indice di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

<br/><b>Introduzione </b> <br/> <br/><b>Capitolo primo: Il business plan </b> <br/> 1. Il Business Plan: una veduta d'insieme <br/> 1.1. L'introduzione al Business Plan <br/> 1.2. Le principali funzioni del Business Plan <br/> 1.3. A chi e a cosa serve il Business Plan <br/> 1.3.1. Gli obiettivi <br/> 1.3.2. L'orizzonte temporale <br/> 1.3.3. I destinatari del business plan <br/> 2. Il business plan: redazione e contenuti <br/> 2.1. La presentazione <br/> 2.1.1. Indice dei contenuti <br/> 2.1.2. Executive Summary <br/> 2.1.3. La descrizione del progetto <br/> 2.1.4. Il prodotto o servizio <br/> 2.2. Il Piano di Marketing <br/> 2.2.1. Definizione del mercato e opportunit&agrave; di inserimento <br/> 2.2.2. Concorrenza e fattori endogeni <br/> 2.2.3. Strategie di marketing <br/> 2.2.3.1 Il mercato <br/> 2.2.3.2. Il prodotto o servizio <br/> 2.2.3.3. Il prezzo <br/> 2.2.3.4. La promozione <br/> 2.2.3.5. La distribuzione <br/> 2.2.4. Previsioni di vendita <br/> 2.3 Il Piano Operativo <br/> 2.4. Il Management e l'Organizzazione <br/> 2.5. Il Piano Finanziario <br/> 2.5.1. Il Conto Economico <br/> 2.5.2. Lo Stato Patrimoniale <br/> 2.5.3. Il Sistema di indici <br/> 2.5.3.1. Gli Indici di Struttura Finanziaria <br/> 2.5.3.2. Gli Indici di Situazione Finanziaria <br/> 2.5.3.3. Gli Indici di Redditivit&agrave; <br/> 2.5.3.4. Gli Indici di Capital Budgeting <br/> 2.6. Le Appendici<br/> <br/><b>Capitolo secondo: Lo scenario di riferimento </b> <br/> 1. Il Commercio Elettronico <br/> 1.1 Introduzione <br/> 1.2. Cos'&egrave; il Commercio Elettronico? <br/> 1.3. Obbiettivi e vantaggio dell'e-commerce <br/> 1.4. Tipologie di commercio elettronico <br/> 1.4.1. Business to Consumer (B2C) <br/> 1.4.2. Business to Business (B2B) <br/> 1.4.3. Consumer to Consumer <br/> 1.4.4. Public Agency to Citizens/Business <br/> 1.4.5. Intrabusiness <br/> 1.5. I modelli consolidati nell'e-commerce <br/> 1.5.1. Wineshop.it <br/> 1.5.1.1. Profilo della Societ&agrave; <br/> 1.5.1.2. Descrizione del Modello di Business <br/> 1.5.1.3. Macrofunzionalit&agrave; del Sito <br/> 1.5.2. Knoll Junior <br/> 1.5.2.1. Profilo della Societ&agrave; <br/> 1.5.2.2. Descrizione del Modello di e-Business <br/> 1.5.2.3. Macrofunzionalit&agrave; del Sito 42 <br/> 2. La piattaforma di ebay <br/> 2.1 Introduzione al mondo di ebay <br/> 2.2 Utilizzare ebay <br/> 2.3 I servizi di ebay <br/> <br/><b>Capitolo terzo: Il progetto imprenditoriale </b> <br/> 1. L'obiettivo di partenza <br/> 2. Il modello Auction Drop <br/> 3. I limiti incontrati <br/> 4. La mission del progetto <br/> <br/><b>Capitolo quarto: Il piano di marketing </b> <br/> 1. Definizione del mercato e delle opportunit&agrave; di inserimento <br/> 1.1. Lo sviluppo del settore <br/> 1.1.1. Italia <br/> 1.1.2. Europa <br/> 1.1.3. Mondo<br/> 1.2. Il fatturato complessivo del settore<br/> 2. Analisi di Mercato <br/> 2.1. Selezione delle categorie merceologiche <br/> 2.1.1. Metodologia di analisi <br/> 2.1.3. I criteri di definizione delle categorie merceologiche <br/> 2.2. Selezione dei domini di ebay <br/> 3. Statistiche di Settore <br/> 3.1. Metodologia di analisi <br/> 3.2. Analisi statistiche <br/> 3.2.1. Stati Uniti & Nuova Zelanda <br/> 3.2.2. Canada <br/> 3.2.3. Germania <br/> 3.2.4. Regno Unito <br/> 3.2.5. Italia<br/> 4. Lo scenario di riferimento <br/> 4.1. Le barriere all'entrata <br/> 4.2. La normativa vigente <br/> 4.2.1. Leggi e normative del commercio elettronico in Italia <br/> 4.2.2. Regole interne di ebay<br/> 4.2.3. Regole sul commercio internazionale <br/> 4.3. La stagionalit&agrave; dellevendite<br/> 5. Analisi del cliente <br/> 5.1. I clienti potenziali <br/> 5.2. Clusterizzazione dei clienti <br/> 5.3. La localizzazione del mercato di sbocco <br/> 6. Analisi della concorrenza <br/> 6.1. La competizione nel settore ebay <br/> 6.1.1. I comportamenti assunti da un concorrente su ebay <br/> 6.1.2. I punti di forza e di debolezza di un concorrente su ebay <br/> 6.2. La competizione nel settore e-commerce <br/> 7. Il servizio offerto <br/> 7.1. Linea di business A: vendita attraverso ebay<br/> 7.2. Linea di business B: vendita attraverso il commercio elettronico <br/> 7.2.1. Servizio B1: Creazione e Gestione di un sito web dedicato al commercio elettronico<br/> 7.2.2. Servizio B2: Gestione di un sito web gi&agrave; esistente dedicato al commercio elettronico<br/> 8. La Politica di Prezzo <br/> 8.1. La Politica di Prezzo adottata da &szlig;-commerce <br/> 8.2. Le Tariffe <br/> 8.3. Le Politiche di Pagamento <br/> 9. Politica di distribuzione del servizio <br/> <br/><b>Capitolo quinto: Il Piano Operativo </b> <br/> 1. Il Modello Logico <br/> 1.1. La tempistica del processo <br/> 1.2. Il Sistema Informativo <br/> 1.2.1. Database Clienti-Produttori <br/> 1.2.2. Database Rappresentanti Commerciali <br/> 1.2.3. Database Assistenti alla vendita <br/> 1.2.4. Database Acquirenti <br/> 1.2.5. Database Prodotti <br/> 1.2.6. Lo scambio di informazioni <br/> 1.3. Le procedure di spedizione <br/> 2. L'organizzazione aziendale <br/> 2.1. La Divisione Marketing <br/> 2.2. La Divisione Rappresentanti commerciali <br/> 2.3. La Divisione Informatica <br/> 2.4. La Divisione Venditori on-line <br/> 2.5. La Divisione Forniture <br/> 2.6. La Divisione Gestione & Finanza <br/> 2.7. Il Vertice Aziendale <br/> 3. Forma giuridica e societaria dell'azienda <br/> 4. I Rapporti di Collaborazione <br/> 4.1. Il Rapporto di Collaborazione con il Cliente-Produttore <br/> 4.2. Il Rapporto di Collaborazione con il Rappresentante <br/> 4.3. Il Rapporto di Collaborazione con l'Assistente alla Vendita di ebay <br/> 5. Le Politiche di Incentivazione <br/> 6. Il confronto economico <br/> 7. Il Piano delle Vendite <br/> 7.1. Assunzioni e Ipotesi di lavoro<br/> 7.1.1. La definizione della durata di un'asta on line su ebay <br/> 7.1.2. La definizione della tipologia di asta on-line <br/> 7.1.3. La definizione delle quote di mercato <br/> 7.1.4. La definizione delle richieste dei servizi opzionali <br/> 7.2. I risultati <br/> 8. Il piano del personale <br/> <br/><b>Capitolo sesto: Il piano finanziario </b> <br/> 1. Ipotesi di lavoro <br/> 2. I ricavi dalle linee di business <br/> 3. Il costo del lavoro <br/> 4. I costi <br/> 5. Le capitalizzazioni <br/> 6. Gli investimenti <br/> 7. Gli ammortamenti <br/> 8. Il conto economico civilistico <br/> 9. Le imposte <br/> 10. Il flusso di cassa <br/> 11. Lo stato patrimoniale civilistico <br/> 12. I grafici <br/> 13. Indici <br/> <br>Appendice: Sales support documentation <br/> A1. La presentazione istituzionale <br/> A2. Il Tariffario di &szlig;-commerce <br/> A3. La Scheda Prodotto <br/> <br/><b>Bibliografia </b> <br/>

Indice della Tesi di Marco Andrini

Indice della tesi: Business Plan di un'azienda di outsourcing di attività di vendita on-line. Il caso B-commerce, Pagina 1