Skip to content

La sussidiarietà orizzontale: le funzioni amministrative esercitate da enti della società civile

Gratis L'indice di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
I INDICE GENERALE I INTRODUZIONE 1 PARTE PRIMA ANALISI GIURIDICA ED EVOLUZIONE DEL PRINCIPIO DI SUSSIDIARIETÀ ORIZZONTALE CAPITOLO 1: Introduzione al concetto di sussidiarietà 5 1.1 Il concetto di subsidium 5 1.2. Una distinzione: sussidiarietà in senso verticale ed orizzontale 8 1.2.1. La sussidiarietà verticale o istituzionale 9 1.2.2. La sussidiarietà orizzontale o sociale 10 1.3 Analisi sostanziale della sussidiarietà orizzontale 13 1.3.1 Cosa non è la sussidiarietà orizzontale 19 1.4 Una definizione “italiana” di sussidiarietà orizzontale: analisi dell’art.118, u.c. della nostra Costituzione e delle sue implicazioni 25 CAPITOLO 2: Genesi e sviluppo del principio di sussidiarietà orizzontale: dalla dottrina sociale della Chiesa alla riforma del Titolo V della Costituzione 39 2.1 Le radici culturali della sussidiarietà orizzontale 39 2.1.1 Le origini antropologiche 39 2.1.2 Le origini filosofiche 40 2.1.3 Le origini religiose: dalla lettera enciclica Rerum novarum di Leone XIII alla Caritas in veritate di Benedetto XVI 45 2.1.4 Le origini giuridiche 53 2.2 Il riconoscimento del principio all’interno degli ordinamenti giuridici stranieri e in quello comunitario 54 2.2.1 Negli ordinamenti stranieri 54 2.2.2 Nell’ordinamento comunitario 55 II 2.3 Il riconoscimento implicito nell’ordinamento italiano 57 2.3.1 Dal Codice Camaldoni alla Costituente 58 2.3.2 La sussidiarietà orizzontale nel testo originario della Costituzione 60 2.3.3 La prima proposta di riforma costituzionale: La Bicamerale D’Alema e l’art.56 61 2.4 Il riconoscimento esplicito “a Costituzione invariata” nell’ordinamento italiano 67 2.4.1 La riforma Bassanini 67 2.4.2 Applicazioni della sussidiarietà orizzontale prima della copertura costituzionale: legge n. 265/1999 e legge n. 328/2000 69 2.5 La costituzionalizzazione del principio di sussidiarietà orizzontale: dalla riforma costituzionale del 2001 a quella del 2012 70 2.5.1 Il principio di sussidiarietà in relazione alle altre disposizioni costituzionali 71 CAPITOLO 3: Implicazioni della sussidiarietà orizzontale: il rapporto tra Pubblica Amministrazione e società civile 74 3.1. La dottrina preorlandiana 74 3.2. Guido Zanobini e la svolta orlandiana: l’esercizio privato delle pubbliche funzioni 75 3.3. Paolo Duret: dall’autoamministrazione personale all’autoamministrazione sociale 78 3.3.1 L’autoamministrazione dei privati 78 3.3.2 Oltre la teoria. Istituti di diritto positivo attraverso i quali si manifesta l’autoamministrazione: Dichiarazione di Inizio Attività, partecipazione procedimentale, accordi tra P.A. e privati, autocertificazione e silenzio assenso 81 3.3.3 L’autoamministrazione sociale 87 3.3.4 Istituti di diritto positivo attraverso i quali si manifesta l’autoamministrazione sociale 88 III PARTE SECONDA ANALISI POLITOLOGICA DEL PRINCIPIO DI SUSSIDIARIETÀ ORIZZONTALE CAPITOLO 1: L’implementazione della sussidiarietà orizzontale e sue implicazioni 91 1.1 Gli attori della sussidiarietà orizzontale 91 1.1.1 Gli enti locali comunali e le problematiche attuali 91 1.1.2 Il Terzo settore o privato-sociale 94 1.1.3 Il nuovo rapporto instauratosi tra enti locali comunali e Terzo settore 98 1.2 Sussidiarietà orizzontale e mercato. L’economia sociale 106 1.3 Sussidiarietà orizzontale e modelli di welfare 107 1.3.1 Breve storia del Welfare State 107 1.3.2 Dal Welfare State alla Welfare Society 110 1.4 Sussidiarietà orizzontale e nuove forme di governance 112 1.5 La sussidiarietà fiscale 115 CAPITOLO 2: La Lombardia “Regione della sussidiarietà” 122 2.1 La normativa lombarda di riferimento. Dallo Statuto al P.d.L. n. 58 123 2.1.1 Il modello auspicabile di coordinamento pubblico-privato 130 2.2 L’implementazione della sussidiarietà orizzontale in Lombardia 131 CAPITOLO 3: Due manifestazioni concrete della sussidiarietà orizzontale in Lombardia 137 3.1 Il Sistema Sanitario Nazionale e le attuali problematiche 137 3.1.1 Le attuali problematiche della sanità in Italia. L’invecchiamento della popolazione 139 3.2 Sanità low cost e Venture Philanthropy 145 3.2.1 Assolowcost e il low cost di qualità. 145 3.2.2 Il nuovo approccio della Venture Philanthropy 149 3.3 Oltre Venture e il Centro Medico Santagostino 150 3.3.1 Oltre Venture e il venture capital sociale 150 3.3.2 L’esperienza milanese del Centro Medico Santagostino 154 IV 3.3.3 Gi attori di Oltre Venture e del CMSantagostino ed il loro rapporto con il settore pubblico 157 3.4 Le Banche del Tempo: inquadramento del fenomeno 163 3.4.1 Cos’è la Banca del Tempo (BdT) 163 3.4.2 Banche del Tempo e Terzo settore 165 3.4.3 Come nasce una Banca del Tempo 166 3.4.4 Breve storia delle Banche del Tempo in Italia: i motivi principali del loro sviluppo 168 3.4.5 Il rapporto con i poteri pubblici: l’ente comunale come attore attivo all’interno della rete promossa dalle Banche del Tempo 171 3.4.6 Il bilancio delle Banche del Tempo 176 3.4.7 Sintesi del fenomeno delle Banche del Tempo 176 3.4.8 Un approfondimento: le Banche del Tempo nel mondo 178 3.5 L’esperienza della BdT del Comune di Rho, in Provincia di Milano 179 3.5.1 Configurazione della Banca del Tempo di Rho 180 3.5.2 La nascita della Banca del Tempo di Rho 183 3.5.3 Gli attori della Banca del Tempo di Rho e il rapporto con la P.A. rhodense 184 3.5.4 PerchØ iscriversi alla Banca del Tempo di Rho 191 3.5.5 I problemi risolti della Banca del Tempo di Rho 193 CONCLUSIONI 195 RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI 201 PARTE PRIMA 201 PARTE SECONDA 205 RIFERIMENTI SITOGRAFICI 211 PARTE PRIMA 211 PARTE SECONDA 212 RINGRAZIAMENTI 213
Indice della tesi: La sussidiarietà orizzontale: le funzioni amministrative esercitate da enti della società civile, Pagina 1

Indice dalla tesi:

La sussidiarietà orizzontale: le funzioni amministrative esercitate da enti della società civile

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Evelina Benzi
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Amministrazioni e politiche pubbliche
  Relatore: Gabriele Bottino
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 218

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

terzo settore
pubblica amministrazione
società civile
lombardia
sussidiarietà orizzontale
banche del tempo
secondo welfare
articolo 118
autoamministrazione dei privati
centro medico santagostino

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi