Skip to content

Il Giornalismo di Pace. Modelli, Tecniche e Contenuti

Gratis L'indice di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
INDICE Introduzione p. 3 1. Comunicare la guerra 7 1.1. Il giornalismo di guerra 7 1.2. Le cattive tendenze dell’informazione di guerra 10 1.2.1. Un giornalismo reattivo e attento alle élites 11 1.2.2. I dualismi 12 1.2.3. La disumanizzazione dell’altro 13 1.2.4. Il linguaggio del potere 14 1.2.5. Segnalare la fonte 16 1.2.6. Tempo chiuso 18 1.2.7. Spazio chiuso 18 1.3. La struttura delle notizie 19 1.3.1. Fatti o interpretazioni 20 1.3.2. Gatekeeping theory 21 1.3.3. Propaganda 22 1.3.4. Come riconoscere la propaganda 24 1.3.5. Obiettività 25 1.3.6. L’effetto CNN 28 1.3.7. Interessi economici e governativi 30 1.4. Il contributo dei media alla guerra 30 1.4.1. Il discorso guerra come norma 30 1.4.2. La War Culture e le sue contraddizioni 33 1.4.3. Conclusioni 34 1 2. Comunicare la pace 35 2.1. Il giornalismo di pace 35 2.2. I peace studies 40 2.2.1. Che cosa s’intende per ‘conflitto’? 41 2.2.2. Violenza diretta, strutturale e culturale 42 2.2.3. Pace negativa e pace positiva 43 2.2.4. Scienze orientate ai valori 43 2.2.5. TRANSCEND: la trasformazione del conflitto 44 2.2.6. Giornalisti, non mediatori! 46 2.3. La teoria del frame e l’importanza del reframing 47 2.3.1. Definizione di frame 47 2.3.2. Media frame e frame del pubblico 48 2.3.3. Un processo inconscio? 50 2.3.4. Reframing 51 2.4. I diciassette punti di Lynch e McGoldrick 52 2.5.Wilhelm Kempf: un modello in due passaggi 56 2.5.1. De-escalation oriented conflict reporting 57 2.5.2. Solution oriented conflict reporting 58 2.6. Il contributo dei media alla pace 59 3. Uno sguardo critico 62 3.1. La sindrome del nuovo arrivato 62 3.2. Buon giornalismo o giornalismo di pace? David Loyn 63 3.2.1. Un giornalismo eccessivamente prescrittivo 63 3.2.2. Emozioni e trauma 65 3.2.3. Veridicità e obiettività 66 3.2.4. Obiettività VS coinvolgimento 68 3.2.5. Conclusioni 69 3.3. Vino vecchio in bottiglie nuove: Thomas Hanitzsch 70 3.3.1. Mancanza di una chiara base epistemologica 71 3.3.2. La prospettiva individualistica 73 2 3.3.3. Bassa considerazione dei valori tradizionali 73 3.3.4. Una visione dicotomica incoerente 74 3.3.5. Il pubblico come massa passiva 76 3.3.6. Difficile praticabilità 77 3.3.7. Il giornalismo non salverà il mondo 78 3.4. La risposta dei difensori del giornalismo di pace 79 3.4.1. Obiettività e altre alternative 79 3.4.2. Parentesi sul concetto gramsciano di egemonia 83 3.4.3. Il problema epistemologico 85 3.4.4. Contro Wolfsfeld 87 3.4.5. The most challenging and the last concerning 88 3.4.6. Il giornalismo può cambiare il mondo 89 4. I canali del giornalismo di pace 91 4.1. Monitorare i media 91 4.1.1. War e Peace Media 92 4.2. Il mainstream 96 4.2.1. Un difficile rapporto 96 4.2.2. Il giornalismo di pace mainstream 97 4.2.3. Ancora molto da fare 102 4.3. I media alternativi 104 4.3.1. Punti in comune 106 4.3.2. Punti di scontro 108 4.3.3. Il giornalista di pace non è… 109 4.4. I veri canali del giornalismo di pace 111 4.4.1. Società violente e realtà locali 111 4.4.2. Le associazioni e la formazione sul campo 114 Conclusioni 116 3 Appendici 118 Conflitti violenti registrati nel 2013 119 Copertine “Time” e “Newsweek” 121 I diciassette punti di David Lynch e Annable McGoldrick 125 Dialogo con l’Avvocato del Diavolo 129 Bibliografia 134 Webgrafia Fonti audiovisive Sitografia 4
Indice della tesi: Il Giornalismo di Pace. Modelli, Tecniche e Contenuti, Pagina 1

Indice dalla tesi:

Il Giornalismo di Pace. Modelli, Tecniche e Contenuti

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Valentina Risaliti
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2013-14
  Università: Università degli studi di Genova
  Facoltà: Interdipartimentale Scienze Politiche/Lettere e Filosofia
  Corso: Informazione ed Editoria
  Relatore: Marina Milan
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 148

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

media
giornalismo
informazione
guerra
pace
inviato
corrispondente di guerra
etica professionale
peace journalism
johan galtung

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi