Skip to content

L'arbitrato obbligatorio secondo la Convenzione delle Nazioni Unite sul Diritto del Mare

Gratis L'indice di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
INDICE INTRODUZIONE ............................................................................................................... 9 PARTE I PROCEDURE OBBLIGATORIE PER LA “SOLUZIONE DELLE CONTROVERSIE” SORTE IN MERITO L’INTERPRETAZIONE O L’APPLICAZIONE DELLA CONVENZIONE DELLE NAZIONI UNITE SUL DIRITTO DEL MARE CAPITOLO I LA NECESSITÀ DI NUOVE PROCEDURE PER DIRIMERE LE CONTROVERSIE 1. LE CONVENZIONI DI GINEVRA. ............................................................................................... 19 2. UNA NUOVA CONVENZIONE. ................................................................................................... 20 3. COERENZA COL DIRITTO CONSUETUDINARIO E PATTIZIO VIGENTE. .................................... 23 CAPITOLO II VERSO I NEGOZIATI 1. IL COMITATO AD-HOC .............................................................................................................. 25 2. IL COMITATO DEI FONDALI. ..................................................................................................... 26 3. IL COMITATO DEI FONDALI DIVENTA PREPARATORIO. ......................................................... 27 CAPITOLO III IL “COMPROMESSO DI MONTREUX” E IL TESTO DI NEGOZIAZIONE 1. RITARDI NEI LAVORI. ................................................................................................................ 31 2. LA IV PARTE DEL TESTO DI NEGOZIAZIONE SULLA “SOLUZIONE DELLE CONTROVERSIE”.32 3. IL TESTO UNICO DI NEGOZIAZIONE. ......................................................................................... 36 CAPITOLO IV LA PROCEDURA DI ARBITRATO PREVISTA DALL’ALLEGATO VII 1. LA XV PARTE DELL’UNCLOS. .............................................................................................. 41 2. L’ALLEGATO VII. ..................................................................................................................... 42 3. LA POSSIBILITÀ DI PRESCRIVERE DELLE MISURE CAUTELARI. ............................................. 44 6 CAPITOLO V OSSERVAZIONI SULLE PROCEDURE OBBLIGATORIE 1. LA LIBERTÀ DI SCEGLIERE A QUALE MECCANISMO SOTTOPORRE LA CONTROVERSIA. ..... 47 2. PERICOLO DI FRAMMENTARE IL DIRITTO INTERNAZIONALE. ............................................... 48 2.1 La problematica (Oda, Scwebel e Guillame). .....................................................48 2.2 Le risposte. ..........................................................................................................51 3. LA POSSIBILITÀ DI PORRE DELLE RISERVE. ............................................................................. 54 PARTE II ARBITRATO “ARCTIC SUNRISE” (REGNO DEI PAESI BASSI VS. FEDERAZIONE RUSSA) CAPITOLO I I SOGGETTI COINVOLTI 1. GLI INTERESSI IN GIOCO. .......................................................................................................... 61 2. LA PRIRAZLOMNAYA. .............................................................................................................. 62 3. GREENPEACE INTERNATIONAL ............................................................................................... 63 CAPITOLO II RICOSTRUZIONE DEI FATTI 1. ENTRA IN SCENA IL ROMPIGHIACCIO ARCTIC SUNRISE. ....................................................... 65 2. L’ASSALTO ALLA PIATTAFORMA. ........................................................................................... 66 3. L’ARRESTO E LA DETENZIONE. ................................................................................................ 68 CAPITOLO III L’ISTITUZIONE DEL PROCEDIMENTO ARBITRALE E LE MISURE CAUTELARI 1. LA PRETESA E LE RAGIONI A SUO FONDAMENTO. .................................................................. 71 2. LE MISURE CAUTELARI. ........................................................................................................... 73 3. LE CRITICHE ALLE MISURE CAUTELARI ALLA LUCE DEL PROGETTO DI ARTICOLI SULLA PROTEZIONE DIPLOMATICA. ........................................................................................................ 76 CAPITOLO IV LE REGOLE PROCEDURALI DI FUNZIONAMENTO DEL TRIBUNALE DI ARBITRATO 1. IL RIFIUTO RUSSO E IL RUOLO DELL’ITLOS NELLE NOMINE DEI GIUDICI. ........................... 79 2. GLI ORDINI PROCEDURALI DELL’ARBITRATO ARCTIC SUNRISE. ......................................... 80 3. LA QUESTIONE PRELIMINARE POSTA DALLA FEDERAZIONE RUSSA. ................................... 81 7 CAPITOLO V LA PRONUNCIA SULLA GIURISDIZIONE 1. LA CONTESTAZIONE DELLA GIURISDIZIONE DEL TRIBUNALE DI ARBITRATO. .................... 83 2. I LIMITI POSTI DALLA DICHIARAZIONE RUSSA. ....................................................................... 84 3. IMPOSSIBILE SOTTRARRE LA CONTROVERSIA ALLA GIURISDIZIONE DEL TRIBUNALE. ..... 86 CAPITOLO VI L’ARRESTO DI UNA NAVE NELLA ZONA DI SICUREZZA CIRCOSTANTE UNA PIATTAFORMA PETROLIFERA 1. LA DECISIONE RUSSA DI SOTTRARSI AL TRIBUNALE. ............................................................ 89 2. L’AZIONE DELLE FORZE DELL’ORDINE NELLA ZONA DI SICUREZZA CIRCOSTANTE UNA PIATTAFORMA. .............................................................................................................................. 91 3. LE CONCLUSIONI DEI GIUDICI. ................................................................................................. 94 PARTE III REPUBBLICA DELLE FILIPPINE VS. REPUBBLICA POPOLARE CINESE CAPITOLO I LA NINE-DASH-LINE E L’UNCLOS 1. LE RIVENDICAZIONI DI BEIJING. .............................................................................................. 99 2. NUOVE REGOLE E VECCHIE PRETESE. ................................................................................... 102 3. L’UFFICIALIZZAZIONE DELLA NINE-DASH-LINE. ................................................................. 104 CAPITOLO II L’INIZIATIVA DELLE FILIPPINE 1. LA MOSSA DI MANILA. ........................................................................................................... 109 2. QUANTO LE FILIPPINE CHIEDONO AI GIUDICI PREVIENE POSSIBILI CONTESTAZIONI ..... 110 3. IL RIFIUTO CINESE. .................................................................................................................. 112 4. LA DECISIONE DI PROSEGUIRE E LA NOMINA DEI GIUDICI DEL TRIBUNALE ARBITRALE. . 113 CAPITOLO III LA MILITARIZZAZIONE DELLO SCONTRO 1. LE PROVOCAZIONI CINESI: IL GREAT WALL OF SAND. ......................................................... 117 2. L’ACCORDO CON GLI STATI UNITI E IL “TRIPLE ACTION PLAN”. ...................................... 119 8 CAPITOLO IV PECHINO CHIARISCE LA PROPRIA POSIZIONE: IL POSITION PAPER 1. IL PRIMO PUNTO: TERRA DOMINAT MARES. ......................................................................... 123 1.1 la confutazione del primo punto. .......................................................................124 2. IL SECONDO PUNTO: LA PREFERENZA PER I NEGOZIATI BILATERALI. ................................ 126 2.1 La confutazione del secondo punto. ..................................................................127 3. IL TERZO PUNTO: “DIRITTI STORICI”. .................................................................................... 128 3.1 La confutazione del terzo punto. .......................................................................129 CAPITOLO V LA PRONUNCIA SULLA GIURISDIZIONE 1. LE UDIENZE DEL TRIBUNALE ARBITRALE. ........................................................................... 133 2. IL CASO PER LA COMUNITÀ INTERNAZIONALE. .................................................................... 135 2.1 La rilevanza del caso per le Filippine. ..............................................................136 2.2 Il Vietnam supporta le attività dei giudici. ........................................................138 3. LA PRONUNCIA SULLA GIURISDIZIONE DEL TRIBUNALE DI ARBITRATO. .......................... 138 CONCLUSIONI .............................................................................................................. 141 APPENDICE ................................................................................................................... 145 BIBLIOGRAFIA ............................................................................................................. 147 RINGRAZIAMENTI ....................................................................................................... 155
Indice della tesi: L'arbitrato obbligatorio secondo la Convenzione delle Nazioni Unite sul Diritto del Mare, Pagina 1

Indice dalla tesi:

L'arbitrato obbligatorio secondo la Convenzione delle Nazioni Unite sul Diritto del Mare

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Nicola Berto
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2015-16
  Università: Università degli Studi di Padova
  Facoltà: Dipartimento di Scienze Politiche, Giuridiche e Studi Internazionali
  Corso: Politica Internazionale e Diplomazia
  Relatore: Alessandra Pietrobon
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 155

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

arbitrato
diritto del mare
unclos
montego bay
arbitrato obbligatorio
filippine
compromesso di montreux
allegato vii
arctic sunrise
south chinese sea

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi