Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il design nell'azienda, l'azienda nel design. Il caso Kartell.

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Giulia Calabrò Contatta »

Composta da 134 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 13248 click dal 27/01/2005.

 

Consultata integralmente 36 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

L'indice di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

<br/><b>Introduzione</b> <br/> <br/><b>1. IL CONSUMO TRA STORIA E SOCIOLOGIA</b> <br/> 1.1. Panoramica storica<br/> 1.1.1. Grant McCracken: il consumo originato dalla politica<br/> 1.1.2. Il declino della patina<br/> 1.1.3. L'Inghilterra del XVIII secolo: dalla rivoluzione industriale alla rivoluzione dei consumi<br/> 1.1.4. Il contributo del Romanticismo al consumo e la nascente ricerca della gratificazione del s&eacute;<br/> 1.2. Panoramica sociologica<br/> 1.2.1. Il contributo di Thorstein Veblen: il consumo come ostentazione ed emulazione<br/> 1.2.2. I limiti del pensiero vebleniano<br/> 1.2.3. Jean Baudrillard e il sistema degli oggetti<br/> 1.2.4. Pierre Bourdieu: il gusto e la cultura di classe<br/> 1.2.5. L'analisi antropologica di Mary Douglas e Baron Isherwood<br/> <br/><b>2. NUOVI SCENARI DI CONSUMO</b> <br/> 2.1. Dalla piramide sociale alla clessidra, dal consumatore all'individuo<br/> 2.2. La dematerializzazione dei prodotti<br/> 2.3. La biografia culturale delle cose<br/> 2.4. L'edonismo nei consumi e l'attenzione all'estetica<br/> 2.5. Il polisensualismo<br/> 2.6. L'approccio fusion<br/> <br/><b>3. E' DI MODA LA CASA</b> <br/> 3.1. L'ambiente domestico: dove le cose diventano storie<br/> 3.2. L'abitare dagli anni Cinquanta ai giorni nostri<br/> 3.3. Mondi abitativi: dalla casa Vetrina alla casa Amaca<br/> 3.4. Oggi: il ritorno alla convivialit&agrave;<br/> <br/><b>4. IL DESIGN</b> <br/> 4.1. Definizione e breve storia del design<br/> 4.2. Industrial design e arredamento: un binomio di successo<br/> 4.3. Un matrimonio riuscito: l'ironia nei consumi e il design<br/> 4.4. I vantaggi competitivi del design made in Italy<br/> <br/><b>5. IL DESIGN IN AZIENDA</b> <br/> 5.1. Il design in azienda<br/> 5.2. Design management: dal design del prodotto al ''design della domanda''<br/> <br/><b>6. KARTELL: UNA STRATEGIA IN MOVIMENTO</b> <br/> 6.1. Kartell: 50 anni di storia<br/> 6.2. La plastica trasformata in opera d'arte<br/> 6.2.1. Materiali e tecnologie<br/> 6.2.2. I punti vendita<br/> 6.2.3. Un marketing mix vincente<br/> 6.2.4. Kartell oltre il design<br/> 6.3. kARTell - 150 items, 150 artworks<br/> <br/><b>Conclusioni</b> <br/> <br/><b>Bibliografia</b> <br/>

Indice della Tesi di Giulia Calabrò

Indice della tesi: Il design nell'azienda, l'azienda nel design. Il caso Kartell., Pagina 2