Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il contributo dei fattori intangibili nella valutazione d'impresa

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Claudia Pellegrini Contatta »

Composta da 298 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6280 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 20 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

L'indice di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

<br/><b>Capitolo 1</b> <br/> <br/><b>I PRINCIPALI METODI DI VALUTAZIONE D'IMPRESA</b> <br/> <br/><b>1.1 GENERALITA'</b> <br/> <br/><b>1.2 I METODI DI VALUTAZIONE RELATIVA</b> <br/> <br/><b>1.2.1 UTILIZZO DEI MULTIPLI DA PARTE DEGLI INVESTITORI</b> <br/> Limiti dei metodi di valutazione relativa<br/> <br/><b>1.2.2 I MULTIPLI DEL VALORE DI LIBRO</b> <br/> <br/><b>1.2.3 I MULTIPLI DEGLI UTILI</b> <br/> Il rapporto price to earnings<br/> Determinazione dell'earning per share: contabilizzazione delle acquisizioni<br/> Il rapporto price earnings to growth<br/> Il rapporto enterprise value to EBITDA<br/> <br/><b>1.2.4 I MULTIPLI DEI RICAVI</b> <br/> Il rapporto price to sales<br/> Il rapporto value to sales<br/> Limiti dei multipli dei ricavi<br/> <br/><b>1.3 IL METODO DISCOUNTED CASH FLOW (DCF)</b> <br/> <br/><b>1.3.1 INPUT PER LA STIMA DEI FREE CASH FLOW TO THE FIRM</b> <br/> La misura dell'EBIT<br/> L'effetto fiscale<br/> La determinazione del fabbisogno di reinvestimento<br/> <br/><b>1.3.2 LA SCELTA DEL TASSO DI ATTUALIZZAZIONE</b> <br/> Il costo del debito<br/> Il costo dell'equity e i modelli di rischio-rendimento<br/> Elementi comuni ai diversi modelli di rischio e rendimento<br/> Il tasso privo di rischio<br/> Il premio per il rischio<br/> Il beta<br/> Il costo degli strumenti ibridi<br/> L'esperienza italiana<br/> <br/><b>1.3.3 LA STIMA DEL TASSO DI CRESCITA ATTESO</b> <br/> Metodo del tasso di crescita storico<br/> Metodo basato sulle previsioni degli analisti finanziari<br/> Metodo basato sui fondamentali d'impresa<br/> <br/><b>1.4 METODO DELL'ECONOMIC VALUE ADDED (EVA)</b> <br/> <br/><b>1.5 IL METODO DELLE OPZIONI REALI</b> <br/> <br/><b>1.5.1 INTRODUZIONE SULLE OPZIONI FINANZIARIE</b> <br/> <br/><b>1.5.2 VANTAGGI E LIMITI DEL METODO DELLE OPZIONI REALI</b> <br/> <br/><b>1.5.3 OPZIONE SU UN PROGETTO DI INVESTIMENTO</b> <br/> Aspetti critici della valutazione delle opzioni su un progetto di investimento<br/> <br/><b>1.5.4 OPZIONE DI ESPANSIONE</b> <br/> <br/><b>1.5.5 VALUTAZIONE DI UN BREVETTO</b> <br/> <br/><b>1.5.6 ALTRE CONSIDERAZIONI SULLE OPZIONI</b> <br/> <br/><b>Capitolo 2</b> <br/> <br/><b>INTANGIBLES</b> <br/> <br/><b>2.1 GENERALITA'</b> <br/> <br/><b>2.2 IDENTIFICAZIONE DEGLI INTANGIBLE ASSET</b> <br/> <br/><b>2.2.1 DEFINIZIONE DI UN INTANGIBLE ASSET</b> <br/> <br/><b>2.2.2 DISTINZIONE TRA TANGIBLE ED INTANGIBLE ASSET</b> <br/> <br/><b>2.2.3 CLASSIFICAZIONE DEGLI INTANGIBLE ASSET</b> <br/> Intangibles identificabili e Goodwill<br/> Intellectual property<br/> Human capital<br/> Intangible liabilities<br/> Esempi di classificazione degli intangible asset<br/> <br/><b>2.3 MISURAZIONE DEGLI INTANGIBLE ASSET</b> <br/> <br/><b>2.3.1 METODI DELLA CAPITALIZZAZIONE DI MERCATO (MCM)</b> <br/> <br/><b>2.3.2 METODI DEL RETURN ON INVESTED CAPITAL (ROIC)</b> <br/> <br/><b>2.3.3 METODI DELLE SCORECARDS (MSC)</b> <br/> <br/><b>2.3.4 METODI DI STIMA DIRETTA DELL'INTELLECTUAL CAPITAL(SDIC)</b> <br/> Cost approach<br/> Market approach<br/> Income approach<br/> <br/><b>2.3.5 METODI DEL BRAND VALUATION (BRV)</b> <br/> <br/><b>2.4 VITA UTILE E VITA RESIDUA DEGLI INTANGIBLE ASSET</b> <br/> <br/><b>2.4.1 CAUSE DELLA DISMISSIONE DI UN ASSET INTANGIBILE</b> <br/> <br/><b>2.4.2 DETERMINANTI DELLA STIMA DELLA VITA RESIDUA</b> <br/> Analisi definita<br/> Analisi qualitativa<br/> Analisi quantitativa<br/> <br/><b>2.5 PROTEZIONE DEGLI INTANGIBLES E VANTAGGIO COMPETITIVO</b> <br/> <br/><b>2.6 PRINCIPI DI CONTABILIZZAZIONE DEGLI INTANGIBLES</b> <br/> <br/><b>2.6.1 VERSO GLI INTERNATIONAL FINANCIAL REPORTING</b> <br/> <br/><b>2.6.2 L'EUROPA E GLI IFRS</b> <br/> <br/><b>2.6.3 I PRINCIPI IAS</b> <br/> <br/><b>Capitolo 3</b> <br/> <br/><b>PRESENTAZIONE DELL'ANALISI EMPIRICA</b> <br/> <br/><b>3.1 PRINCIPI GENERALI</b> <br/> <br/><b>3.2 RACCOLTA DATI E COSTRUZIONE DEL CAMPIONE</b> <br/> <br/><b>3.2.1 SCELTA DEI SETTORI DEL CAMPIONE</b> <br/> <br/><b>3.2.2 SCELTA DEI PAESI DEL CAMPIONE</b> <br/> <br/><b>3.2.3 COSTRUZIONE DEL DATABASE</b> <br/> Considerazioni sul campione<br/> <br/><b>3.3 RELAZIONE TRA GRANDEZZE DI MERCATO E VOCI DI BILANCIO</b> <br/> <br/><b>3.3.1 REGRESSIONE SULLE VOCI DELLO STATO PATRIMONIALE</b> <br/> <br/><b>3.3.2 REGRESSIONE SULLE VOCI DEL CONTO ECONOMICO</b> <br/> <br/><b>3.3.3 RELAZIONE TRA STOCK PRICE, EPS E BOOK VALUE DEGLI ASSET</b> <br/> Studio di Ely e Waymire (1999)<br/> Applicazione dello studio di Ely e Waymire al nostro campione<br/> <br/><b>3.4 RELAZIONE TRA RENDIMENTI AZIONARI E BOOK TO MARKET</b> <br/> <br/><b>3.4.1 IL MODELLO A TRE FATTORI DI FAMA E FRENCH</b> <br/> <br/><b>3.4.2 APPLICAZIONE DEL MODELLO DI FAMA E FRENCH</b> <br/> <br/><b>3.5 PRINCIPI DI CONTABILIZZAZIONE DEGLI INTANGIBLES NEI PAESI DEL CAMPIONE</b> <br/> Francia<br/> Germania<br/> Gran Bretagna<br/> Svizzera<br/> Italia<br/> <br/><b>Capitolo 4</b> <br/> <br/><b>RISULTATI DELL'ANALISI EMPIRICA</b> <br/> <br/><b>4.1 GENERALITA'</b> <br/> <br/><b>4.2 PRIMA FASE: REGRESSIONE SU VOCI DI STATO PATRIMONIALE</b> <br/> <br/><b>4.2.1 REGRESSIONE SU TUTTO IL CAMPIONE</b> <br/> <br/><b>4.2.2 REGRESSIONE SUI SINGOLI SETTORI</b> <br/> Settore chimico<br/> Settore farmaceutico & biotech<br/> Altre considerazioni sul modello<br/> <br/><b>4.2.3 REGRESSIONE SUI TRE CLUSTER</b> <br/> Settore chimico<br/> Settore farmaceutico & biotech<br/> <br/><b>4.2.4 REGRESSIONE SU OGNI SINGOLO PAESE</b> <br/> Francia<br/> Germania<br/> Gran Bretagna<br/> Svizzera<br/> <br/><b>4.3 SECONDA FASE: REGRESSIONE SULLE VOCI DEL CONTO ECONOMICO</b> <br/> <br/><b>4.4 TERZA FASE: RELAZIONE TRA STOCK PRICE, EARNINGS E BOOK VALUE DEGLI ASSET</b> <br/> <br/><b>4.4.1 REGRESSIONI SUI SINGOLI SETTORI</b> <br/> Settore chimico<br/> Settore farmaceutico & biotech<br/> <br/><b>4.4.2 REGRESSIONI SUI SINGOLI PAESI</b> <br/> Francia<br/> Germania<br/> Gran Bretagna<br/> Svizzera<br/> <br/><b>4.5 QUARTA FASE: APPLICAZIONE DEL MODELLO A TRE FATTORI DI FAMA E FRENCH</b> <br/> <br/><b>4.5.1 SETTORE CHIMICO</b> <br/> <br/><b>4.5.2 SETTORE FARMACEUTICO & BIOTECH</b> <br/> <br/><b>Capitolo 5</b> <br/> <br/><b>CONCLUSIONI</b> <br/> <br/><b>Bibliografia</b> <br/> Siti Internet consultati<br/>

Indice della Tesi di Claudia Pellegrini

Indice della tesi: Il contributo dei fattori intangibili nella valutazione d'impresa, Pagina 4